Consulenze d’oro Asp Cosenza: pm chiede assoluzione Petramala

Cosenza  – Il pubblico ministero Domenico Assumma, adesso in servizio presso la procura ordinaria di Catanzaro, ha chiesto oggi l’assoluzione per l’ex direttore generale dell’Asp di Cosenza Franco Petramala, in riferimento al processo scaturito dall’inchiesta sulle cosiddette “consulenze d’oro” all’Asp bruzia, relativa all’indebito conferimento di incarichi a professionisti esterni senza alcun tipo di concorso pubblico e senza autorizzazione regionale. Inoltre ha chiesto la condanna a 4 anni di carcere per l’ex direttore generale dell’Asp di Cosenza Gianfranco Scarpelli. Chiesti invece 4 anni e 6 mesi per l’ex direttore amministrativo dell’Asp di Cosenza Flavio Cedolia, 2 anni per gli avvocati Nicola Gaetano e Giovanni Lauricella e per l’ex direttore generale Franco De Rose, 2 mesi per il funzionario dell’Asp di Cosenza Dario Gaetano e un anno per la dirigente Maria Rita Iannini.

,