Lamezia: fiaccolata in ricordo dell’Avvocato Francesco Pagliuso

paglisuo-fiaccolataLamezia Terme – Un esercito di fiaccole vive, uno scorrere silenzioso e partecipato, una luna quasi piena. A piccoli e determinati passi si è mossa ieri, a Lamezia Terme, la fiaccolata promossa dal “Comitato per Francesco” in ricordo dell’Avvocato Francesco Pagliuso, strappato alla vita la notte del 9 agosto 2016.
Da Via Marconi n.119, luogo dell’atroce delitto e abitazione del noto avvocato, i tanti partecipanti fiaccola in mano e sciarpa azzurra al collo, della stesso intenso colore di quella che indossava Francesco, e che la sorella Antonella Pagliuso porta sempre con sè, hanno percorso il centro della città per giungere innanzi il Tribunale di Lamezia Terme, casa di Giustizia, passando e sostando sotto lo studio dell’avvocato Pagliuso, proprio lì a pochi passi dal suo amato Foro.
Le parole commosse e coraggiose delle sorelle, Angela e Antonella, i ricordi di Leonardo Sirianni, Sindaco di Soveria Mannelli, città natale di Francesco, le emozioni e i vissuti ripercorsi nei racconti dei suoi cari amici, il dott. Vincenzo Cardamone e l’avv. Aldo Ferraro, paglisuo-fiaccolata1ed ancora le doti professionali e il senso di giustizia che hanno accompagnato la vita dell’Avv. Francesco Pagliuso nell’intervento del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lamezia terme, Antonello Bevilacqua, per concludere con le parole scuotenti del Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, che ha chiesto giustizia, per Francesco e per le vittime di questa terra, e pentimento.
Al grido di “Ma pensate davvero di avermi spento?” la manifestazione si è conclusa con lo sguardo rivolto al cielo e alle centinaia di palloncini bianchi, lasciati volare liberi dalle mani del figlio dell’avvocato Pagliuso, che diretti in alto lambivano la scritta IUSTITIA.
ML

pagliuso-fiaccolata3  pagliuso-fiaccolata2   pagliuso-fiaccolata6  pagliuso-fiaccolata7 pagliuso-fiaccolata8pagliuso-fiaccolata5pagliuso-fiaccolata4

,