Polizia: Catanzaro, interrotte relazioni Coisp-questore

Catanzaro  – Interruzione dei rapporti sindacali tra il Coisp e il questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco. Con una dura presa di posizione il Sindacato di polizia ha comunicato ufficialmente la decisione attraverso una lettera indirizzata allo stesso questore, alla segreteria nazionale e regionale del Coisp, ed a firma del segretario provinciale Massimo Arcuri. La decisione, spiega il Coisp, “scaturisce dalle decisioni assunte negli ultimi mesi dal questore, che di fatto vanno ad incidere su quelle che sono le funzionalita’ del sindacato, in ogni sua fattispecie, in questa provincia”. Le contestazioni riguardano i carichi di lavoro degli uffici, anche per le turnazioni, personale “vessato e maltrattato verbalmente”, clima di tensione, decisioni assunte senza una reale strategia organizzativa. “Riteniamo del tutto assurdo – scrive Arcuri – continuare a cercare di discutere con un’Amministrazione sul territorio del tutto “sorda”, “muta”, “cieca” ed incapace a garantire il buon funzionamento dell’apparato sicurezza nella provincia di Catanzaro”. Di questo clima, attraverso la segreteria nazionale del sindacato, e’ stato informato anche il dipartimento della pubblica sicurezza ufficio per le relazioni sindacali e il capo della Polizia. “E’ fisiologico – conclude la lettera – che tale interruzione dei rapporti tra il Coisp e l’Amministrazione assumera’ l’apertura di uno stato di agitazione degli operatori e del sindacato che verra’ esternato, sin da subito, anche attraverso tutti i canali di comunicazione attuali”.

,