Rifiuti: discarica Celico; comitato, “chiusura e bonifica”

Cosenza – “Il Dipartimento Ambiente della Regione Calabria ha decretato che al 12 marzo prossimo l’impianto/discarica della MiGa di Celico potra’ riaprire, perche’ sulla carta avrebbe ottemperato alle nuove prescrizioni imposte”. Lo scrive, in una nota polemica, il Comitato ambientale presilano, che si batte da tempo contro la discarica di Celico (Cosenza). Nella nota si legge che “non esistono prescrizioni che possano eliminare l’impatto negativo sull’ambiente di un impianto autorizzato in violazione di norme cogenti. Di questo sidiscutera’ al TAR grazie al ricorso del CAP e del Comune di Rovito – si legge ancora – sostenuto anche da Celico, Spezzano della Sila, Lappano e dall’Ente Parco della Sila”. “Dal 12 marzo l’impianto potra’ aprire solo sulla carta se il Governatore Oliverio sara’ coerente e impedira’ l’utilizzo dell’impianto/discarica di Celico – continua il comitato – per la lavorazione/smaltimento dei rifiuti appartenenti al circuito pubblico”. “E’ anche chiaro ed evidente che non tollereremo l’arrivo di rifiuti da fuori regione”, scrivono gli attivisti. Che concludono affermando che “l’impianto e’ illegale e non esiste altra alternativa alla chiusura e bonifica”.