Droga: 89 mila piante di marijuana nel Vibonese, 7 arresti

Vibo Valentia  – Una vasta piantagione di marijuana del tipo “skunk” costituita da oltre 89mila piante, per un totale di otto tonnellate, e’ stata scoperta e sequestrata dalla Guardia di Finanza di Vibo Valentia. La coltivazione era stata suddivisa in venti serre su un appezzamento di terreno di oltre un ettaro. Sette persone sono state sorprese a coltivare la canapa indiana e tratte in arresto in flagranza di reato. Si tratta di: G.D., 43 anni, di Vibo; P.M., 34 anni, di Pizzo; D.T., 24 anni, originario del Mali; B.A., 24 anni, originario della Guinea; T. M., 32 anni, K.B., 33 anni, e T.S., 35 anni, gli ultimi tre tutti originari della Costa d’Avorio. La Finanza ha poi scoperto altra area gia’ predisposta per l’impianto di ulteriori 3.200 piante, posizionate in un vivaio ed in appositi contenitori di polistirolo. Sequestrati anche teli, mezzi agricoli, utensili, oltre ad un capillare ed ingegnoso sistema di irrigazione automatico fornito di aeratori ed un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica. I cinque braccianti extracomunitari venivano pagati dagli italiani per lo svolgimento delle mansioni loro affidate. Una casa colonica veniva invece usata per l’essiccazione della marijuana che se immessa sul mercato avrebbe fruttato 20 milioni di euro. Della scoperta e’ stato informato il pm della Procura di Vibo Valentia Benedetta Callea.

 

 

,