Tentata rapina ufficio postale, fermate due persone a Cosenza

Cosenza – I carabinieri hanno eseguito il fermo, emesso dalla Procura della Repubblica di Cosenza, di un trentasettenne e di un quarantunenne cosentini, entrambi con precedenti, ritenuti responsabili di tentata rapina aggravata in concorso, lesioni personali e ricettazione. I fatti risalgono allo scorso 31 luglio. I due, dopo aver atteso la chiusura dell’ufficio postale di Donnici, frazione di Cosenza, avrebbero aggredito la dipendente mentre era in procinto di serrare la porta d’ingresso, percuotendola e strattonandola verso l’interno, per perpetrare una rapina. La dura reazione della donna e le forti grida di aiuto hanno pero’ fatto desistere i due, che hanno poi tentato la fuga a bordo di un’auto, oggetto di furto, dirigendosi verso Cosenza. I carabinieri, che hanno cinturato l’area, li hanno rintracciati sul lungofiume boulevard mentre tentavano di allontanarsi, a piedi, dopo aver abbandonato il mezzo. Le indagini hanno poi acclarato le loro responsabilita’. Questa mattina, al momento del fermo, il trentasettenne si e’ barricato in casa. Solo l’intervento dei vigili del fuoco ha fatto si’ che si potesse entrare in casa e che venisse bloccato, dopo che i militari sono stati aggrediti dall’uomo, che forse era sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti. Con l’aiuto dei sanitari e’ stato poi riportato alla calma e dovra’ adesso rispondere anche di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

,