Lamezia: Calabri Attiva San Pietro Lametino vive nel degrado

Lamezia Terme – Ieri pomeriggio il presidente di Calabria Attiva Alex Truglia e il Segretario del movimento Alessandro Barberio si sono recati nel quartiere di San Pietro Lametino, dopo i continui reclami da parte dei residenti stessi e le molteplici segnalazioni alle autorità competenti. Truglia e Baberito riferiscono che “arrivati sul posto la prima cosa che risalta agli occhi è la perdita dell’acqua della rete fognaria con liquami che fuoriescono emanando un cattivo odore a chi vive nella zona e creando una grande pozzanghera al fianco di un marciapiede dove dei cittadini che passeggiavano sono stati colpiti da questi liquidi maleodoranti poiché le automobili passano a gran velocità, nonostante la richiesta della segnaletica agli enti preposti da parte degli abitanti”. Poi “accompagnati da un residente del posto” hanno “visto lo stato di degrado in cui versa questa frazione lasciata nell’oscuro più totale da parte dalle istituzioni. Truglia e Baberito hanno visitato “anche le palazzine popolari Aterp dove la situazione è nel degrado più totale, dove i cittadini sono costretti a vivere nella spazzatura e con l’acqua fognaria davanti la porta della propria abitazione,e sono stati gli stessi che sono scesi in strada chiedendoci di dargli una mano a risolvere il prima possibile queste situazioni di disagio”.
Truglia e Baberito hanno “preso un campione di acqua visto che si presume sia contaminata”, che analizzeranno nei prossimi giorni”.
Insomma davanti agli occhi di Truglia e Baberito “si sono poste situazioni invivibili”, e fanno sapere che si sono “presi carico del problema poiché hanno visto gente disperata che convive con queste problematiche giornalmente”. Inoltre Alex Truglia chiede “un incontro con la commissione d’accesso del comune di Lamezia Terme”.