Lamezia: Anna Falchi testimone dei 20 anni dello stilista Grande

Lamezia Terme – Una scalinata, un passo leggero e si intravede il primo luccichio di un nero elegante, la coda di un abito a sirena e una diva eterea al suo fianco, il brusio si fa silenzio e inizia nelle luci dei flash la festa di Anton Giulio Grande, che per celebrare i suoi vent’anni di carriera nella moda ha scelto la sua città.
Ed è nella ricercata location del ristorante Novecento, proprio innanzi le antiche mura che davano accesso alla città di Lamezia Terme, che Anton Giulio ha festeggiato i suoi successi, ricordando e riconoscendo di aver affrontato grandi sacrifici alternati a grandi entusiasmi che dalle piccole stanze di una boutique lametina lo conducevano fino alla gloria dell’alta moda nel mondo.
Attorno a lui amici di sempre, autorità, stampa, cittadini comuni onorati di celebrare il suo meritato successo; affianco a lui l’angelica Anna Falchi, la diva antidiva come piace definirla ad Anton Giulio, che con femminilità seducente e raffinata indossava un abito dell’amico stilista, esaltando ogni traforo dei pregiati pizzi e la perfezione del taglio sartoriale.
Una ricercata selezione di spumanti e champagne serviti dalle sapienti mani dei sommelier della Fondazione Italiana Sommelier bagnava le pietanze di mare e, nella effervescenza al contempo sobria e ricca della festa, guardando gli occhi grandi, lucidi ed emozionati di Anton Giulio che ringraziava tutti i presenti, risuonava in me l’augurio che un artista come lui merita:” Vent’anni di carriera artistica dietro di te. Infinito successo davanti a te, Anton Giulio”.

Mara Larussa