Lamezia: Mastroianni(Pd), “ridare dignità al territorio ed ai cittadini”

Lamezia Terme – “L’atteggiamento di chiusura, negazionista e autoassolutorio della terna commissariale di fronte alle emergenze che vive e subisce quotidianamente la comunità lametina impone una doverosa presa di posizione e denuncia pubblica tesa a sollecitare il ripristino immediato delle condizioni del vivere civile per ridare dignità al territorio ed ai cittadini lametini. Addolora in queste ore la condizione in cui versa la nostra città ostaggio del degrado, dell’abbandono, dell’incuria e delle inibizioni culturali, sociali e sportive che hanno portato all’isolamento e alla sofferenza la popolazione”. Lo afferma attraverso una nota Nicola Mastroianni ex consigliere comunale PD Lamezia Terme che aggiunge: ”Strade dissestate con voragini che mettono quotidianamente a repentaglio la sicurezza stradale, semafori non funzionanti ormai da mesi, erbacce e arbusti di ogni genere che impediscono di camminare sui marciapiedi, montagne di rifiuti di ogni genere che invadono le strade a qualsiasi ora della giornata, focolai di spazzatura che ardono e sprigionano diossina durante la notte, impianti sportivi comunali chiusi, teatri comunali chiusi, piscina comunale chiusa, riduzione idrica nelle ore diurne e notturne, illuminazione pubblica carente di manutenzione, gestione del verde pubblico inadeguata, parchi e luoghi pubblici in stato di totale abbandono: in altri termini una comunità allo sbando condannata al proprio destino dallo Stato e dalle istituzioni”.
Per Mastroianni “E’ indicibile e inaccettabile quanto stia accadendo nella nostra cittàprivata deiservizi essenziali ai cittadini specie quelli virtuosi che pagano a caro prezzo i servizi pubblici che però non erogati.
Nelle ultime ore – aggiunge – la situazione in città è veramente degenerata: assistiamo a scempi ambientali, vere e proprie discariche di rifiuti a cielo aperto in ogni angolo della città (centro cittadino o periferia non fanno differenza) con evidenti rischi per la salute e la sicurezza della popolazione”!.
Quindi per Mastroianni “E’ lecito chiedersi, cosa aspetta la terna commissariale ad intervenire per alleviare i disagi e risolvere le emergenze?? Cosa deve accadere per spingere la terna commissariale ad intervenire con la stessa autorità che vestono da mesi?? Aspettiamo – conclude – quindi fiduciosamente l’intervento della terna commissariale e qualora tutto ciò non dovesse verificarsi nelle prossime ore valuteremo tutte le iniziative utili da porre in atto a tutela e difesa dei diritti cittadini e della pubblica incolumità”.