Nella società che cambia notizie che informano

Global  News  Calabria

REGIONE

LAMEZIA

SANITA'

 

PRIMO PIANO

 



































Sanita': Abramo (Cal), il Governo nomini subito il Commissario
Catanzaro, 1 set. - "Il Governo deve nominare subito un commissario alla sanita' che risolva al piu' presto i problemi del comparto calabrese". Lo ha affermato il presidente del Consiglio per le autonomie locali (Cal), Sergio Abramo, rivolgendosi al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, "per far si' che le piu' pressanti problematiche del settore trovino una rapida soluzione nell'interesse della Calabria e dei calabresi. Un ruolo cosi' importante in un comparto talmente delicato - ha sottolineato Abramo - non puo' restare scoperto nemmeno un giorno di piu' di quanto si sia gia' aspettato, senza spiegazioni plausibili, fino a questo momento. La figura del commissario alla sanita' deve essere ricoperta da una professionalita' di elevato prestigio e competenza, che sappia e possa mettere mano, con decisione, a una riorganizzazione del settore che riporti la Calabria allo stesso livello delle altre regioni italiane. Finora - ha aggiunto il presidente del Cal - si e' atteso troppo e, soprattutto, i calabresi hanno dovuto fare i conti con un quasi completo silenzio della politica a livello nazionale. Mi auguro che la deputazione regionale, di ogni colore politico, e gli stessi partiti, nessuno escluso, invertano l'immobilismo mostrato finora su questo versante, intervenendo con un piglio molto piu' costruttivo e con un attivismo molto piu' deciso per aumentare le pressioni sul Governo e uscire da questo stallo esiziale". Abramo ha anche annunciato che inviera' al ministro della salute e ai parlamentari calabresi un documento formale in cui verra' sottolineata nuovamente la necessita' di procedere alla nomina del commissario alla sanita'.


Sanita': allarme vertici Asp Vibo, "siamo al collasso"
Vibo Valentia, 1 set. - Il management dell'Asp di Vibo Valentia - Florindo Antoniozzi direttore generale, Carlo Truscello direttore sanitario, Francesca Cupo direttore amministrativo - ha inviato stamane al prefetto di Vibo, Giovanni Bruno, un accorato appello sulla grave situazione in cui versa la sanita' nel Vibonese. I vertici dell'Asp chiedono un "autorevole ed indifferibile intervento del prefetto" visto che nel Vibonese non si riescono piu', "a causa delle rigide disposizioni del Piano di rientro", a garantire i "livelli essenziali di assistenza". Infatti, secondo il management dell'Asp, "per non superare i tetti di spesa e rispettare il blocco del turnover, subiamo sperequate decurtazioni di fondi assegnati, anche in notevole percentuale rispetto alle altre aree provinciali. Tale stato di cose non e' piu' tollerato da nessuno e l'ospedale di Vibo e' ormai al collasso. Ogni tentativo di tamponare la situazione - continuano i vertici dell'Asp - e' stato inutilmente esperito compresa la mobilita' regionale e gli avvisi a tempo determinato per acquisto di prestazioni di varie specialita' mediche". Il mangement denuncia quindi il rischio di chiusura di alcuni reparti dell'ospedale e per questo chiede al prefetto un "urgente intervento affinche' il management possa adottare celermente gli atti necessari per far fronte a tale emergenza senza poi dover subire le conseguenze derivanti dalla violazione dei limiti imposti dal tavolo Massicci".

 

 

 

Copyright © 1999 - 2013 Prs Editrice. Tutti i diritti riservati