Sparo’ alla sorella davanti ad un bar a Nicotera, condannato

Vibo Valentia  – Sparo’ la sera del 20 agosto del 2016 contro la sorella Marisa Putorti’ con la dichiarata intenzione di punirla per alcuni comportamenti non graditi e per gelosia. Un tentato omicidio avvenuto a Nicotera, nel Vibonese, davanti al bar dove la ragazza, poco piu’ che ventenne, lavorava. Per tale fatto di sangue il gup del Tribunale di Vibo Valentia ha emesso oggi il suo verdetto al termine del processo con rito abbreviato: 10 anni e 4 mesi di reclusione per Demetrio Putorti’, il giovane di 27 anni che ha aperto il fuoco con un fucile ed a distanza ravvicinata per gambizzare la sorella. Otto mesi invece la pena per Giuseppe De Certo, 25 anni, pure lui di Nicotera ed accusato di favoreggiamento, mentre per lo stesso reato e’ arrivata l’assoluzione per Giulio Putorti’, zio di Demetrio. Quest’ultimo e’ stato condannato anche al pagamento delle spese processuali ed interdetto in perpetuo dai pubblici uffici.
Dopo la condanna, il giudice ha revocato, per mancanza di esigenze cautelari, gli arresti domiciliari per Demetrio Putorti’, ritornato cosi’ di nuovo libero in attesa che la condanna passi in giudicato.

,