Catanzaro: Montuoro “incomprensibili prese di posizione centrosinistra su convegno sicurezza”

montuoro-15-06

Catanzaro – Il consigliere provinciale Antonio Montuoro interviene in merito alle prese di posizione di alcuni esponenti del centrosinistra e di alcune sigle sindacali in merito al convegno “Sicurezza è futuro” che si terrà domani presso il Palazzo della Provincia di Catanzaro, e che lui, in qualità di dirigente regionale del Sap (Sindacato autonomo di polizia), ha promosso insieme al segretario provinciale, Sergio Riga, con il coordinamento del segretario generale del sindacato, Gianni Tonelli”. Le prese di posizione sono state commentate dal consigliere provinciale come “incomprensibili”, in quanto ritiene che “l’argomento della sicurezza ha assunto un ruolo centrale nell’agenda amministrativa nazionale rispetto al quale tutte le istituzioni e le forze sociali sono chiamate a confrontarsi per garantire risposte certe ed efficaci ai cittadini”. “Eppure tutte le attenzioni, – commenta – chiaramente volte a scatenare inutili polemiche gradite a nessuno, sono concentrate sull’annunciata presenza domani a Catanzaro dell’europarlamentare Matteo Salvini, figura emergente della scena politica nazionale che più di tutti ha assunto una posizione forte a tutela dei poliziotti. Il malgoverno di Renzi continua, infatti, a non rispettare diritti e legittime aspettative delle forze dell’ordine che ogni giorno lavorano per garantire la sicurezza dei cittadini”.Secondo Montuoro il tema in questione “è fortemente sentito anche in Calabria e nella provincia di Catanzaro dove il fenomeno rom ha assunto tratti inquietanti per i suoi legami con la ‘ndrangheta locale come sottolineato di recente anche dalla commissione parlamentare antimafia”. “Il Sap, – aggiunge – dopo l’importante appuntamento promosso a Roma nei mesi scorsi, ha, quindi, voluto fortemente promuovere un’occasione di dibattito aperta al contributo dei cittadini intorno ad argomenti di primaria importanza come la sicurezza e l’ordine pubblico oggi messi sempre più a rischio dalle condizioni precarie di uomini e mezzi delle forze di polizia”. “Il sindacato – prosegue – ha lanciato un messaggio a tutte le forze istituzionali del territorio chiamate a confrontarsi su una problematica che non ha colori politici e rispetto alla quale il centrosinistra dovrebbe spegnere ogni tentativo di instaurare scontri di natura ideologica. Infatti, lo stesso segretario generale Tonelli nei giorni scorsi ha invitato ufficialmente via Pec tutte le forze politiche a partecipare all’incontro senza, però, ricevere alcuna risposta di adesione”. “Pertanto, – conclude – invito tutti alla calma e colgo l’occasione per richiamare alla partecipazione anche i colleghi del centrosinistra per un confronto che deve avere come obiettivo comune quello di discutere sulla sicurezza senza puntare il dito contro un personaggio come Matteo Salvini che per alcuni può risultare scomodo”.