Universita’ Catanzaro: Ferro (Fi), ombre su elezioni interne

wanda-ferro-27Catanzaro – “La mancata proclamazione di Filippo Savica e Damiano Carchedi, eletti alle ultime elezioni universitarie nell’Ateneo Magna Graecia, lascia fortemente perplessi, e non puo’ non gettare ombre sull’intera competizione elettorale”. Lo dichiara la vice coordinatrice regionale di Forza Italia, Wanda Ferro, secondo la quale “non si comprende per quale motivo i due giovani, ammessi alla candidatura dopo il rigetto da parte della commissione elettorale del ricorso presentato dall’altra lista, si siano visti vanificare il risultato ottenuto in seguito ad una intensa e partecipata campagna elettorale, che ha consentito loro di conseguire circa 400 voti, conquistando la maggioranza dei seggi e la vittoria degli organi centrali. Quindi – afferma – Savica e Carchedi sono stati giudicati candidabili dalla commissione elettorale, ma una volta eletti vengono esclusi dalla proclamazione, senza peraltro che contro la loro elezione sia stato proposto alcun ricorso. Ancora piu’ inaudita e’ la circostanza che a beneficiare di tale esclusione sia la lista avversaria che, a quanto risulta, non poteva essere accettata perche’ incompleta, ma che e’ stata ammessa alla competizione elettorale dopo un irrituale intervento politico. Vorremmo capire le ragioni della mancata proclamazione dei due eletti e del gravissimo sovvertimento della volonta’ espressa dagli studenti dell’Universita’ di Catanzaro. Auspico l’intervento del rettore Aldo Quattrone affinche’ venga dipanata ogni ombra ed ogni sospetto rispetto a quella che appare come una sospensione delle regole democratiche da parte degli uffici, con la conseguenza di un ingiusto ed immeritato vantaggio ad una precisa parte politica. Una vicenda ceh – secondo Ferro – rappresenta un pessimo esempio per i giovani studenti dell’Ateneo, che non meritano certo questo poco edificante approccio con i meccanismi della democrazia rappresentativa” .