Madonna di Dipodi, questa era conclusione festeggiamenti

dipodi-16-15Pianopoli – Migliaia i pellegrini che in queste ore stanno raggiungendo il Santuario Diocesano di Dipodi per gli annuali festeggiamenti che culmineranno nella giornata di oggi, solennità dell’Assunzione al Cielo della Vergine Maria.
Un clima di preghiera e raccoglimento al santuario diocesano di Feroleto Antico dove, dopo la processione del 13 agosto con la statua della Madonna portata dagli statuati di S. Antonio di Padova, ieri mattina si è rinnovata la tradizione del pellegrinaggio a piedi dal centro di Nicastro al Santuario. Tra canti e preghiere, circa un centinaio di fedeli delle parrocchie del centro storico di Nicastro si sono incamminati ieri alle 4.30 del mattino passando per le campagne che portano al santuario mariano per rendere omaggio a Maria che come l’aurora è segno di speranza per tutti gli uomini.
Nell’Anno del Giubileo della Misericordia, Dipodi è luogo dove poter sperimentare la dolcezza del perdono di Dio accostandosi al Sacramento della Riconciliazione, in ogni ora del giorno in questo periodo di festa. Misericordia e accoglienza sono i tratti significativi di un luogo dove Maria continua ad accogliere ogni dipodi-16-15-1donna e ogni uomo che da ogni parte della Calabria vengono ad affidarsi a lei con fiducia e speranza. E l’accoglienza a Dipodi ha il volto di tanti volontari, guidati dal rettore del Santuario Don Antonio Astorino, che nel periodo della festa e durante tutto l’anno si mettono a servizio dei pellegrini perché ognuno, raggiungendo il santuario, si senta a casa sua, attesa, accolto ed amato come un fratello.
“Maria ci aiuti a costruire una città e una società più fraterne. La vera scommessa del mondo di oggi, come ci esorta Papa Francesco, è la fraternità. Questo vale anche per la nostra città e il nostro territorio. Solo una società fraterna può dare risposte ai bisogni e alle attese del nostro tempo, a cominciare dal grande problema della disoccupazione dei giovani”, ha detto il Vescovo Luigi Cantafora nel corso della concelebrazione eucaristica presieduta ieri sera sul piazzale alla quale è seguita la veglia di preghiera durata fino alle 5.30 del mattino.
Oggi, solennità dell’Assunzione, al mattino un Santa Messa ogni ora fino alle 12. Nel pomeriggio Sante Messe alle 17 e alle 18 e alle 20.30 la celebrazione conclusiva presieduta dal Rettore del Santuario Don Antonio Astorino sul piazzale del Santuario e animata dalla Corale “S. Antonio” diretta dal Maestro Antonio Buonconsiglio. Al termine della celebrazione, il rientro in Chiesa della statua della Madonna e lo spettacolo pirotecnico.