Catanzaro: i lavori del consiglio comunale, approvati tutti i punti

Catanzaro – Il Consiglio comunale, presieduto da Marco Polimeni, ha approvato tutti i punti inseriti all’ordine del giorno della riunione convocata in via straordinaria a Palazzo di Vetro, sede della Provincia.
La seduta è stata aperta dal saluto istituzionale del presidente dell’Ente intermedio, Enzo Bruno, ed è entrata nel vivo con le comunicazioni del presidente Polimeni, il quale ha annunciato il passaggio dalla quarta alla prima commissione consiliare del consiliare Battaglia e il contestuale trasferimento del consigliere Talarico dalla prima alla quarta commissione, di cui è stato eletto presidente venerdì scorso. In seguito è partito un articolato dibattito che ha visto gli interventi di Talarico, Ciconte, Guerriero, Pisano, Merante, Bosco, Riccio, Celia, Praticò e Costa.
Le modifiche al regolamento per la disciplina della Tari, l’approvazione del Piano economico finanziario (Pef) sulla Tari e la determinazione delle relative tariffe per il 2018 sono state relazionate dal sindaco Abramo. Nel successivo dibattito che ha preceduto la votazione delle pratiche, sono intervenuti i consiglieri Filippo Mancuso, Costanzo, Ciconte, Bosco, Praticò, Talarico, Pisano, Celia, Guerriero, Riccio, Rosario Mancuso, Merante, l’assessore Cavallaro e lo stesso primo cittadino, che ha sottolineato la riduzione dei costi per i cittadini grazie a una riduzione di circa il 4% e 500mila euro del costo del servizio. Le tre pratiche relative alla Tari sono state approvate all’unanimità. L’assise ha quindi varato a maggioranza sei delibere relative a debiti fuori bilancio.
I lavori della prima seduta del Consiglio comunale che si è svolto nella sede dell’Ente intermedio a causa dell’inagibilità dell’aula rossa di Palazzo De Nobili, dopo il crollo del controsoffitto avvenuto lo scorso 5 febbraio, sono stati aperti dal saluto del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno,
Dopo l’introduzione del presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, l’intervento di benvenuto e l’augurio di buon lavoro, ma anche l’auspicio di una proficua collaborazione da parte del padrone di casa.
“Questa è casa vostra, come il riferimento per tutti gli 80 Comuni della provincia, la sciagurata legge di riforma Delrio con le elezioni di secondo livello elegge consiglieri comunali e sindaci a rappresentare i territori provinciali e, quindi, dobbiamo cogliere l’occasione di riempire di contenuto e sostanza l’invito a fare delle Province associazioni di comuni – ha esordito il presidente Bruno. E visto lo stato drammatico in cui versano gli Enti locali da troppi anni soggetti a tagli finanziari e ridimensionamento organizzativo, è sono una concreta sinergia tra istituzioni a poter dare risposte ai cittadini. La battaglia per lo sviluppo, e per dare le risposte ai problemi, la possiamo vincere solo assieme. Sono convinto – dice ancora il presidente Bruno – che la collaborazione tra istituzioni è necessaria: penso ad esempio alla gestione dei rifiuti che inondano le strade provinciali, molte delle quali attraversano i centri storici dei nostri comuni, compreso Catanzaro. Insomma, il segnale che vogliamo mandare oggi è diretto ad evidenziare l’importanza di questa sinergia istituzionale, in modo da rendere più forte l’azione degli enti locali. La partita o la combattiamo insieme o la perdiamo. Grazie per aver scelto la sede della Provincia di Catanzaro come sede per le sedute del Consiglio comunale di Regione: al sindaco, al presidente del consiglio comunale e a tutti i consiglieri – ha concluso Bruno – lancio l’invito a collaborare insieme per una grande Catanzaro e una grande Calabria”.