Comune Catanzaro: avviata raccolta firme contro strisce blu

Catanzaro – I consiglieri comunali Gianmichele Bosco, Fabio Celia, Nicola Fiorita, Roberto Guerriero e LIbero Notarangelo e il presidente dell’associazione Il Pungolo, Francesco Pitaro, hanno reso noto di aver avviato una raccolta di firme contro le nuove strisce blu in alcune aree della citta’ di Catanzaro.
“L’estensione delle strisce blu nel quartiere “San Leonardo” e in altre zone della citta’ di Catanzaro – spiegano in una nota – cosi’ come disposto con delibera di Giunta Comunale N. 173/2018, e’ illogica e lesiva e rendera’ il centro del capoluogo sempre piu’ solo e inarrivabile. Pagare il ticket per parcheggiare indurra’ sempre piu’ le persone a non raggiungere il centro e a dirigersi verso altre zone della citta’ nelle quali non e’ previsto il pagamento di balzelli. Insomma, la Giunta comunale di Catanzaro, invece di aiutare le aree della citta’ che in questo momento arrancano, con l’estensione delle strisce blu le blindera’ ancor di piu’ spopolandole ulteriormente. Peraltro, le strisce blu colpiranno la zona che, attualmente, grazie alla tenacia di qualche coraggioso imprenditore, manifesta un timido fermento. Catanzaro ha bisogno di atti e provvedimenti che promuovano il ripopolamento del centro e delle zone limitrofe e non certo di atti che, con il fine di fare cassa e privi della benche’ minima motivazione tecnico/giuridica, renderanno il centro sempre piu’ solo e povero. Ed allora, a tal proposito- spiega la nota – e’ partita l’iniziativa, promossa dai consiglieri comunali Nicola Fiorita, Gianmichele Bosco, Fabio Celia, Libero Notarangelo e Roberto Guerriero, nonche’ da Francesco Pitaro (Associazione Il Pungolo per Catanzaro), diretta a raccogliere le sottoscrizioni di tutti coloro che sono contrari alla estensione illogica ed immotivata delle strisce blu decisa dal Sindaco e dalla Giunta Comunale di Catanzaro. Il Comune – sppiegano – dovrebbe premiare e non certo punire (con la previsione di un ticket) coloro che vogliono venire nel centro di Catanzaro! Nei prossimi giorni verrano indicati i punti di raccolta firme in cui la comunita’ potra’ recarsi per manifestare il proprio dissenso avverso tale provvedimento lesivo adottato dalla Giunta comunale”.