Comune Catanzaro: ok Giunta a piano anticorruzione

Catanzaro – La giunta comunale di catanzaro, presieduta dal sindaco Sergio Abramo, ha approvato il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza 2019-2021.La delibera, predisposta dal segretario generale Vincenzina Sica, responsabile della prevenzione della corruzione al Comune, recepisce le ultime linee guida varate dall’Anac e si riferisce all’aggiornamento relativo all’annualita’ in corso.”Continuiamo a mantenerci in linea con gli indirizzi dell’Autorita’ nazionale diretta da Cantone”, ha affermato il sindaco al termine della riunione dell’esecutivo, “in questo modo il Comune si e’ uniformato, entro i termini previsti dalla legge, alle piu’ recenti direttive in materia di trasparenza e prevenzione della corruzione”.
Il documento contiene tutte le osservazioni e le prescrizioni contenute nei piani approvati negli anni scorsi, delinea un quadro dettagliato del contesto, non solo normativo, ma anche territoriale, di sicurezza e socio-economico nel quale si trova ad operare l’amministrazione.
Il Piano evidenzia, inoltre, gli obblighi comunali relativi al monitoraggio delle gare dell’appalto, della nomina delle commissioni di gara e dei termini previsti da leggi e regolamenti per la conclusione dei procedimenti.

“Va sottolineato come questo Piano inquadri in un contesto piu’ generale il nuovo regolamento approvato dal Consiglio comunale all’inizio della settimana sull’affidamento dei contratti sotto soglia comunitaria”, ha aggiunto Abramo, che ha ringraziato lo staff controlli interni, diretto dal segretario generale, che e’ stato impegnato nella stesura del Piano.
In allegato alla delibera approvata dalla giunta sono stati inseriti i documenti relativi alla mappatura dei macroprocessi; alla mappatura dei singoli processi distinti per fasi e azioni e con l’indicazione della valutazione del rischio e delle misure programmate; all’indicazione dell’area e la ponderazione del rischio per ogni singolo processo distinto per settore e ufficio; all’indicazione degli uffici e dei soggetti responsabili per l’assolvimento degli obblighi di pubblicazione e trasparenza per il triennio 2019-2021.

L’esecutivo ha anche confermato, per l’annualita’ 2019, le tariffe dell’imposta comunale di soggiorno. La delibera, predisposta dal settore cultura e turismo diretto da Antonino Ferraiolo, e’ stata relazionata dall’assessore Alessandra Lobello.”L’introduzione dell’imposta di soggiorno ha confermato le aspettative che avevano indotto l’amministrazione Abramo a pensare e realizzare una misura che ha trovato la condivisione degli albergatori”, ha sottolineato l’assessore Lobello, “e con questo atto ufficiale, il Comune ha ora scelto di proseguire su una strada che e’ si’ ancora sperimentale, ma che e’ pure una via concreta per supportare lo sviluppo del comparto turistico della citta’”.
La giunta ha pure approvato il piano delle perfomance 2019-2021, preparato dall’ufficio controlli interni diretto dal segretario generale Vincenzina Sica, mentre su proposta del settore personale e organizzazione, diretto da Pasquale Costantino, ha ricevuto il via libera il Piano triennale delle azioni positive 2019-2021. Il documento e’ stato relazionato dall’assessore competente, Danilo Russo. Semaforo verde anche a dieci atti relativi a giudizi nei confronti di privati elaborati dal settore avvocatura, diretto da Saverio Molica, e relazionati dall’assessore al ramo, Danilo Russo.Confermati, inoltre, con una pratica predisposta dal settore attivita’ economiche, diretto da Antonino Ferraiolo, i diritti di istruttoria relativi ai procedimenti gestiti dal Suap.