Catanzaro: Talarico, conferma adesione rottamazione entrate comunali

Catanzaro – Nella riunione della commissione Bilancio, presieduta da Fabio Talarico, dedicata alla rottamazione ter si è discusso anche della proposta di consentire la “pace fiscale” sulle liti pendenti che riguardano i tributi locali come Tasi, Imu o Tari. A partecipare alla riunione convocata ad hoc sono stati anche i rappresentanti delle associazioni di categoria Adusbef, Codacons e First Cisl invitati ad offrire il proprio contributo sull’adesione alla sanatoria delle cartelle esattoriali, alla luce delle recenti disposizioni normative del Decreto Crescita dettate per tutti gli enti locali.
“Nella riunione – ha commentato Fabio Talarico – è stata confermata la disponibilità, già espressa dal settore finanziario, di dare il via libera anche per il Comune di Catanzaro, come avvenuto nelle rottamazioni degli scorsi anni, alla definizione agevolata che prevede la facoltà per i cittadini di sanare le sanzioni sulle entrate tributarie non riscosse e notificate tra il 2000 e il 2017. Il Governo ha previsto, infatti, che la rottamazione di multe e imposte locali venga estesa anche agli enti che hanno affidato la raccolta delle entrate a concessionari diversi da Equitalia, ovvero Soget nel caso del Comune Capoluogo. Alla luce delle indicazioni esposte anche dalle associazioni di categoria, ci siamo riservati di valutare la possibilità di far sospendere nuove procedure esecutive da parte di Soget e di definire, congiuntamente col sindaco e il settore finanziario, vista l’imminente scadenza del rapporto in corso, le linee guida del nuovo bando per l’individuazione del concessionario preposto alla riscossione delle entrate. L’organo consiliare ha, infine, discusso l’opportunità che l’amministrazione applichi l’adesione agevolata delle liti pendenti sui tributi locali attraverso l’iter, previsto per legge, che richiede un’apposita deliberazione da parte del Consiglio comunale”.