Comune Catanzaro: le decisioni della Giunta

Catanzaro – Prosegue l’iter per la costruzione di un nuovo grande Polo scolastico nel quartiere Sala-Campagnella che ospiterà gli alunni dell’Istituto comprensivo “Don Milani”. La giunta comunale di Catanzaro ha infatti approvato lo schema di convenzione, predisposto dal settore Grandi opere, con l’associazione Vimar onlus relativa alla redazione del progetto esecutivo per la realizzazione del complesso scolastico e dell’edificio da destinare a palestra polifunzionale annessa allo stesso immobile. Per questo progetto il Comune di Catanzaro è beneficiario di quattro milioni e mezzo di euro, stanziati dal bando nazionale Miur “Scuole innovative”, che saranno impiegati per realizzare una struttura moderna e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza antisismica. L’amministrazione si è potuta avvalere, inoltre, della preziosa collaborazione, in sede di definizione dell’intervento progettuale, da parte dell’associazione onlus Vimar mirata alla realizzazione di un lotto del complesso scolastico. “Con la predisposizione della convezione – hanno commentato il sindaco Sergio Abramo e l’assessore ai Lavori pubblici Franco Longo – entra nel vivo il percorso avviato congiuntamente dall’amministrazione e dall’associazione con l’obiettivo di realizzare un grande intervento di edilizia scolastica a beneficio della comunità di Sala. Nel complesso di futura realizzazione che sorgerà su un’area acquisita al patrimonio comunale potranno essere allocate, in un unico grande spazio, le scuole dell’infanzia, primaria e media. Inoltre nel grande Polo troverà spazio anche una palestra polifunzionale che abbiamo deciso di intitolare al signor Vitaliano Marino, benefattore di quanto è oggetto della convenzione e che, fin dall’inizio, ha avuto un importante ruolo propulsore per l’elaborazione del progetto”. La giunta ha anche dato il via libera alla stipula del protocollo di intesa tra il Comune di Catanzaro e l’Istituto di pena minorile “Silvio Paternostro” nell’ambito del progetto con cui l’amministrazione ha aderito all’avviso pubblico del Ministero dell’Interno inerente il PON “Legalità” 2014-2020 finalizzato al recupero di beni confiscati alla criminalità organizzata. Ne dà notizia l’assessore al patrimonio, Ivan Cardamone, nel ricordare che la proposta in oggetto, dal titolo “Catanzaro Inclusiva: Progetto Ginestra”, per cui è stato chiesto un finanziamento di 800mila euro, tende alla rifunzionalizzazione di un immobile confiscato sul territorio comunale al fine di creare un centro servizi integrati destinato al reinserimento lavorativo, sociale e sportivo dei giovani in uscita dai circuiti penali e per il recupero dei soggetti a rischio devianza.

 

“L’iter burocratico per la realizzazione del progetto riprende in maniera spedita – ha detto Ivan Cardamone – dopo aver recepito alcune specifiche richieste di integrazione documentale da parte del Ministero dell’Interno. Crediamo molto in questa proposta che rappresenta un modello di sinergia e coordinamento tra istituzioni e partner privati visto il coinvolgimento, oltre all’Istituto penale, anche di una realtà da sempre attiva nel sostegno ai soggetti vulnerabili come la Cooperativa sociale Zarapoti. In particolare, l’intesa sottoscritta con il direttore del “Paternostro”, Francesco Pellegrino, che ha dimostrato grande disponibilità e attenzione sul tema, è finalizzata alla creazione di iniziative in ambito agricolo-artigianale e sportivo-educativo inclusivo aperto ai giovani in uscita dai circuiti penali, a soggetti svantaggiati, a normodotati e disabili. Attraverso questo progetto, che auspichiamo il Ministero possa attentamente valutare in termini positivi, l’amministrazione comunale si è prefissa l’obiettivo di contribuire al recupero e al riuso degli immobili confiscati e, al contempo, promuovere occasioni di formazione e di inclusione sociale sul nostro territorio”. Nel corso della riunione dell’esecutivo sono state varate anche tre compartecipazioni dell’amministrazione ad altrettante manifestazioni culturali. Si tratta dell’evento “Accordion week”, promosso dall’istituto superiore di studi musicali “Tchaikovsky” per le giornate del 17 e 18 aprile all’auditorium Casalinuovo (relazione dell’assessore al Turismo Alessandra Lobello); della realizzazione del cortometraggio “Tappeto di nuvole”, a cura della sezione catanzarese di Unitalsi (relazione del vicesindaco e assessore alla Cultura Ivan Cardamone); del convegno internazionale di chimica farmaceutica organizzato dall’università Magna Graecia, che si terrà al complesso monumentale fra il 13 e il 15 giugno prossimi (relazione dell’assessore ai Rapporti con l’università Concetta Carrozza). Via libera, inoltre, al patrocinio gratuito alla società italiana di Gerontologia per la seconda edizione del congresso “Catanzaro anziani”, che si terrà all’auditorium Casalinuovo domani, venerdì 12 aprile, e sabato 13: la delibera è stata predisposta dal settore Politiche sociali e relazionata dall’assessore di riferimento Lea Concolino. Semaforo verde, ancora, alla perizia di variante tecnica contenuta nell’importo contrattuale per il progetto sulla nuova mobilità di corso Mazzini: la pratica, elaborata dal settore Gestione del territorio, è stata relazionata dall’assessore ai Lavori pubblici, Franco Longo, e si riferisce ai flussi di circolazione compresi fra piazza Le Pera, Bellavista e Porta di mare, che saranno rivolti unicamente da nord a sud, cioè da piazza Le Pera a Bellavista. Varate, infine, dieci delibere preparate dal settore Avvocatura, diretto da Saverio Molica, e relazionate dall’assessore al ramo, Danilo Russo.