Falerna: comune prevede multe per 68mila euro nel periodo estivo

Falerna – Durante l’ultimo Consiglio Comunale tenutosi in data 31/07/2019 con conseguente punto all’ordine del giorno di una variazione di bilancio in aumento di 53.000,00 € in sanzioni amministrative multe, a fronte dei 15.000,00 € previsti dall’amministrazione precedente, il Gruppo Consiliare “Patto per Falerna” rende noto di avere “espresso voto contrario perché ritiene eccessiva tale previsione in quanto una piccola comunità come la nostra, in evidente calo turistico, avrebbe bisogno di qualcuno, sì che richiami i cittadini all’ordine, ma senza l’urgente e immediata necessità di multare anche chi sosta inconsapevolmente”.
Il Capogruppo Consiliare della Minoranza Iole Mendicino, prosegue la nota, “ha richiamato l’attuale Sindaco ai principi di minimo buon senso sull’azione esclusivamente vessatoria impartita ai vigili estivi presso la banchina che costeggia il lungomare e tramite un accorato intervento ha espresso totale contrarietà sul punto di variazione di bilancio che prevede di coprire i costi dei vigili estivi esclusivamente da maggiori entrate per multe per ben 68.000 euro”.
Il consigliere, prosegue la nota, “esprimeva tutto il proprio disappunto per l’idea del Sindaco che obbiettava dicendo che se assume 10 vigili estivi allora dovrà fare obbligatoriamente un numero molto ingente di multe per rientrare nella previsione di spesa”.
“Questo paradigma – prosegue il comunicato – per noi è inaccettabile e privo di buon senso, quindi si è proposto di trovare la copertura in bilancio dove attualmente l’amministrazione sta già ampiamente attingendo senza tante remore e scrupoli.
Abbiamo proseguito dicendo che ci saremmo aspettati una politica turistica totalmente differente, perché uno degli obiettivi da prefiggersi con l’impiego dei vigili stagionali, dovrebbe essere quello di tutelare anche la sicurezza stradale nei mesi di maggiore getto turistico e no quello di raggiungere un record numerico di multe, applicando sanzioni, senza un minimo di flessibilità e servizio d’ordine”.
L’appello del capogruppo, ovviamente “è rimasto inascoltato anzi gli è stato risposto che per l’attuale maggioranza risulta addirittura inconcepibile l’assunzione dei vigili avendo come valore aggiunto la sicurezza dei cittadini bensì quel costo si affronta solo riempiendo i bollettari delle infrazioni”.
“La minoranza – si legge ancora nella nota – continuava ad incalzare facendo notare che questo meccanismo perverso sta diventando un vero e proprio “multificio” che sta creando disagi ad una fruibilità serena dei servizi del lungomare, dove inevitabilmente sentendosi gli ospiti inseguiti, si stanno registrando perdite di presenze a danno di una già fragile economia”.
“Negli ultimi giorni – va rilevare la minoranza – infatti sono stati tanti gli operatori e i cittadini che si sono rivolti a noi, sperando che l’attuale situazione, che in questo mese non è stata delle migliori, ritorni nella giusta dimensione, in quanto tutto ciò, sta semplicemente riducendo l’arrivo di villeggianti nel paese”.
“Sono innumerevoli – spiegano – le persone che lamentano di non tornare più a Falerna” e quindi come Consiglieri di Minoranza nonché come Cittadini Falernesi “siamo seriamente preoccupati per il turismo della nostra Cittadina. Vorremmo sapere insomma dall’attuale amministrazione perché dove fino alle ore 21 è consentita la sosta e la fermata poi si va a caccia anche di colui che si ferma per pochissimi minuti per appioppargli una bella multa?
Qualcuno ci parla di sicurezza per il passaggio di un eventuale ambulanza in concomitanza con un eventuale ingorgo.
La risposta è una sola siamo sprofondati nel multificio in maniera seriale come verrebbe definito da qualche investigatore nelle serie tv”.