Costituita a Catanzaro associazione “Sud-Democratici”

Catanzaro – E’ nata a Catanzaro l’associazione politico-culturale “Sud-Democratici”.
“L’esigenza di costituire un’associazione laica di area democratica , di sinistra, fortemente improntata alla problematica politico-sociale meridionale, scaturisce – è scritto in un comunicato stampa – dalla constatazione che in Calabria, ed a Catanzaro in particolare, va rafforzato un impegno organico e sistematico dedicato ai temi sociali, economici, culturali , politici e della qualità della vita dei cittadini; abbiamo pertanto sentito l’esigenza di provare a dare un contributo in questo senso mediante la creazione di uno strumento di vero confronto condiviso”.
L’associazione “Sud- Democratici”, si sottolinea, “vuole rispondere all’urgenza di offrire un luogo dove chi sente di voler e poter dar un contributo di impegno politico –sociale, soci e non, possano incontrarsi; emerge infatti quale semplice constatazione, la palese e cronica carenza politico-organizzativa, caratteristica ormai evidente , dei partiti di riferimento del centro sinistra nella città di Catanzaro. L’associazione – continua la nota – nasce quindi per dare un contributo, affiancando altri che già ci stanno provando con merito e dignità, mirato ad invertire la tendenza ,ormai stratificata, alla deriva sociale , economica e culturale a cui sembra irrimediabilmente destinato il Sud , la Calabria e Catanzaro in particolare”.
I soci fondatori sono: Benedetto Caroleo, Massimiliano Cassandra, Franco Citriniti, Giuseppe Conidi, Caterina Consarino, Franco Critelli, Salvatore Critelli, Antonio Gigliotti, Giuseppe Gualtieri, Alfredo Iorno, Luigi Paone, Lino Puzzonia, Domenico Rizzo, Eleonora Rotella, Raffaele Silipo, Nicola Ventura. La sede è a Catanzaro ed opererà inizialmente in ambito regionale.

 

 

L’associazione si propone pertanto, “di essere una palestra di idee, una fonte di elaborazioni programmatiche e di studio, una vena propositiva di iniziative politiche, attingendo anche ad ogni utile contributo dalle forze sociali, da altre associazioni, da organizzazioni democratiche, ma anche da singoli cittadini, esprimendo l’inclinazione inclusiva che ne sarà forte connotato sociale, per offrire alle istituzioni percorsi d’impegno finalizzato alla promozione ed al riscatto dell’Italia meridionale, a partire da Catanzaro, capoluogo della nostra regione. Un primo importantissimo tema affrontato, determinante per rimettere in campo la Calabria e la nostra stessa città – continua la nota – è la sanità pubblica, esempio mirabile di civiltà democratica; affrontare le problematiche riguardanti il diritto alla salute, significa non solo avere un’attenzione verso i cittadini a tutela del bene fondamentale, ma avviare un ragionamento complessivo sui destini di Catanzaro e dell’intera regione, sotto ogni profilo. L’associazione ha inteso avviare l’attività producendo due documenti di analisi e proposta , uno sul Piano di sistema per riformare il servizio sanitario regionale e l’altro sull’annosa problematica dell’integrazione Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”/Policlinico Universitario “Mater Domini”. La soluzione di tali questioni – scrive l’associazione – è fondamentale per una nuova ed efficace organizzazione dei servizi sanitari regionali”.