Comune Catanzaro: le decisioni della Giunta

Catanzaro  – Al centro dei lavori della giunta comunale di Catanzaro la conferma nel bilancio 2020 delle tariffe attualmente vigenti per fasce di reddito per la scuola dell’infanzia e del nido area infanzia “Pepe”. Lo rendono noto il sindaco Sergio Abramo e l’assessore alle politiche sociali, Lea Concolino. “Catanzaro si conferma il Comune capoluogo con le tariffe più basse – commentano – come certificato dall’Osservatorio prezzi di Cittadinanzattiva. Abbiamo voluto garantire, in maniera particolare, una fascia di esenzione, prevista per la scuola dell’infanzia, per le famiglie con reddito ISEE da 0 fino a 5mila euro. In tale direzione, è stato profuso grande impegno al fine di migliorare il servizio andando incontro ai bisogni delle famiglie. Un obiettivo che l’amministrazione sta perseguendo investendo molto sulla collaborazione con le strutture private nella direzione del potenziamento del sistema integrato di istruzione. Un percorso condiviso e concertato per costruire un’ampia e qualificata offerta di interventi nel campo dei servizi per o più piccoli. Il “Pepe”, l’asilo nido comunale, continuerà perciò a garantire rette molto basse per le famiglie meno abbienti a cui è doveroso prestare la massima attenzione per garantire un’adeguata risposta ai bisogni educativi dei minori. L’auspicio – concludono Abramo e Concolino – è quello di riuscire, in stretta sinergia con le strutture private accreditate e a fronte delle ristrettezze finanziarie, ad abbattere ancora di più il costo di compartecipazione a carico degli utenti andando incontro alle esigenze delle famiglie”.

L’assessore Concolino sottolinea, inoltre, che i Comuni dell’Ambito sono stati informati della possibilità di attivare o rimodulare le schede di intervento previste per il Pac-secondo riparto infanzia: “Essendo disponibili risorse residue – conclude – i Comuni interessati possono perfezionare le domande di accesso ai finanziamenti con particolare riferimento ai servizi attinenti agli asili nido”. La giunta, inoltre, ha dato il via libera al rinnovo del voto alla Vergine SS Immacolata per la solenne cerimonia che avrà luogo l’8 dicembre presso la Basilica alla presenza dell’arcivescovo di Catanzaro-Squillace mons. Vincenzo Bertolone. “L’amministrazione vuole dare seguito all’antichissima e consolidata tradizione del voto – commenta il sindaco Abramo – che ha origine dalla protezione avuta dalla Vergine Santissima in occasione della peste che colpì la città nel 1641 e rinnovato dagli amministratori con atto pubblico. Una cerimonia sentita che si rinnova anno dopo anno nel rispetto del sentimento religioso che unisce la comunità catanzarese”. Su proposta del settore affari generali, diretto da Giuseppe Arnò, illustrato dall’assessore Danilo Russo, è stato dato il via libera al Programma biennale degli acquisti di beni e servizi, con le relative schede riguardanti il quadro delle risorse necessarie, che deve essere inserito all’interno del Documento unico di programmazione. Su proposta del settore Attività economiche, diretto da Pasquale Costantino, illustrata dall’assessore Alessio Sculco, è stato dato il via libera alla conferma per il 2020 del tariffario dei diritti di istruttoria relativi ai procedimenti gestiti dal SUAP a titolo di rimborso spese che l’amministrazione sostiene per il funzionamento dello sportello. Disco verde della giunta, su proposta dello stesso settore, anche al patrocinio gratuito per la realizzazione di una mappatura delle attività site nel centro storico cittadino a cura della Confcommercio Calabria Centrale. Infine varata la proposta illustrata dagli assessori Concetta Carrozza e Alessandra Lobello, per l’utilizzo dell’Auditorium Casalinuovo il prossimo 17 dicembre per il concerto “Coloriamo di Natale la nostra città…in musica” attraverso la realizzazione di un concorso rivolto alle scuole secondarie di primo grado.