Cosenza: Salerno e Falbo, “Legittima decisione sindaco Occhiuto su metrotramvia”

metro-cosenza-rende1Cosenza – “Se l’amministrazione regionale avesse accolto a tempo debito i suggerimenti e le modifiche migliorative proposte da Mario Occhiuto e dal Consiglio Comunale di Cosenza, prima di procedere all’affidamento dei lavori della metrotramvia, probabilmente l’opera sarebbe già stata avviata da tempo”. Lo affermano in una nota congiunta Carmelo Salerno, consigliere comunale di Cosenza e coordinatore cittadino di Forza Italia e Andrea Falbo, consigliere comunale di Cosenza e capogruppo del gruppo Mario Occhiuto Sindaco.
“La pervicacia con la quale Mario Oliverio ha imboccato la pericolosa strada di perfezionare l’appalto senza preventivamente acquisire l’assenso del sindaco di Cosenza da cristallizzare nell’accordo di programma, per come prescritto dalle norme, determina oggi la situazione di stallo di cui la Regione è unica responsabile.
Il Comune di Cosenza ha l’obbligo morale, ancor prima che politico, di evitare l’investimento di somme ingenti per costruire una infrastruttura, per come attualmente concepita, estremamente dannosa per il tessuto urbano della città e antieconomica.
Né le rassicurazioni verbali del presidente Oliverio, sull’accettazione delle modifiche del progetto della metro tramvia, per come Mario Occhiuto ha avuto modo di illustrare, possono essere ritenute sufficienti se non suffragate da impegni formali in tale direzione.
E’ inutile quindi indire riunioni – che hanno il sapore di inutili cerimoniali – se nella sostanza non si apportano le necessarie modifiche ed integrazioni chieste dal Comune nell’esclusivo interesse dei cittadini di Cosenza”.