Provincia Cosenza: Iacucci, “Successo centro-sinistra oggettivo”

Cosenza – “Piu’ di 42mila voti con due liste (Provincia democratica e Insieme per la Provincia); cinque consiglieri eletti in una (Di Natale, Cennamo, Nociti, Gervasi e D’Alessandro) e tre nell’altra (Licursi, Salvati e Falbo) e un successo del centro-sinistra che e’ oggettivo”. A sostenerlo e’ il presidente dela Provincia di Cosenza, Franco Iacucci.
“Ottimi – prosegue – anche i risultati delle forze di maggioranza uscente e riconfermata. I numeri sono chiari e inequivocabili: qui a Cosenza il dato e’ assolutamente in controtendenza rispetto a quanto accade su tutto il territorio nazionale. Il centrosinistra non solo regge il colpo ma anche conferma, pienamente, che il nostro lavoro di due anni, portato avanti con difficolta’ economico-finanziarie ma sempre con la barra dritta e con una visione politica chiara, e’ stato premiato. Il rapporto costante e costruttivo con tutti i Comuni e’ stato il valore aggiunto. La casa di tutti i Comuni e’ il nostro leitmotiv”.
Iacucci aggiunge: “Dispiace per chi e’ rimasto fuori e, al tempo stesso, ringrazio chi si e’ impegnato, con passione, verso una causa nobile che e’ quella di rappresentare le Istituzioni in un momento per nulla facile dal punto di vista governativo ed amministrativo. Quanto seminato in questi due anni, siamo certi, adesso potra’ essere raccolto e i voti espressi dai singoli Consiglieri comunali e dai Sindaci fanno ben sperare. L’indicazione, la fiducia e gli auspici ricevuti vanno, tutti, nella direzione della continuita’ con ancora piu’ determinazione, necessaria per trovare risposte concrete per i cittadini. Il nostro Ente sapra’ svolgere tali prerogative con un indirizzo politico chiarissimo, uscito dalle urne dell’esito elettorale, che non puo’ confondere chi, parimenti, cerca di insinuare vittorie personali e non di squadra. Nei prossimi giorni – annuncia – ascoltero’ tutti gli eletti e come gia’ fatto, in precedenza, valuteremo ogni singolo aspetto legato al nostro ente che sia in grado, giocoforza, di far continuare la crescita del consenso partitico e raggiungere gli importanti obiettivi prefissati in tempi lontani”.