Comuni: a Cosenza delegazione Salonicco, rinforzato gemelllaggio

Cosenza  – Visita a Cosenza di una delegazione istituzionale greca per ratificare il patto di amicizia e di collaborazione italo-ellenico tra la città e Salonicco. La delegazione ha incontrato il sindaco Mario Occhiuto, ed era guidata dall’assessore allo Sviluppo Turistico e Relazioni Internazionali di Salonicco, Spyros Peggas, dal presidente della Camera di Commercio e console onorario d’Italia a Salonicco, Christos Sarantopoulos, e dal segretario il segretario generale della Camera di Commercio di Salonicco, Marco Della Puppa. A fianco di Occhiuto, l’assessore al turismo e marketing territoriale, Rosaria Succurro, e il capo di gabinetto, Antonio Molinari. Nella delegazione cosentina anche il presidente nazionale di Assocultura, Mariano Marchese. “Siamo sicuri – sottolinea Sarantopoulos – di essere entrati nella fase due della nostra collaborazione e che arriveranno quanto prima i frutti di questo accordo di cooperazione”. Peggas ha invitato Occhiuto a visitare la città greca. “In realtà – dice il sindaco – avrei dovuto partecipare al viaggio che è stato fatto dalla delegazione cosentina nel mese di aprile, ma per un inconveniente dell’ultim’ora sono stato costretto a rinviare. Ma non mancherà occasione per ricambiare la visita di oggi”. Il sindaco ha regalato alla delegazione il libro ‘Percorsi di rigenerazione urbana – Il caso Cosenza’ di Rossana Galdini, “un libro in cui viene raccontata la storia della città, da quella più antica a quella che riflette i progetti realizzati negli ultimi dieci anni, a quella futura, con le realizzazioni che verranno, come i fiumi navigabili”. Peggas ha sottolineato lo sviluppo che sta conoscendo Salonicco e la volontà di creare, così come ha fatto Cosenza, viale pedonali molto ampi, cosa difficele da realizzare in Grecia. L’incontro con la delegazione si è chiuso con la proposta di Occhiuto ad ospitare venti artisti contemporanei della città di Salonicco nelle residenze artistiche dei BoCs art e con la consegna della delegazione greca al primo cittadino di Cosenza di una copia autentica di un reperto custodito nel Museo archeologico di Salonicco raffigurante una scena della mitologia greca.