Trebisacce sindaco incontra nuova dirigente Liceo Scientifico

Trebisacce – Il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, ha incontrato la nuova dirigente dell’Istituto Scolastico G. Galilei di Trebisacce.
La professoressa Franca Tortorella, vincitrice del concorso per titoli ed esami per Dirigente Scolastico 2017, già docente di matematica e fisica presso “IIS E. Siciliano” di Bisignano, ha preso servizio in queste ore presso la storico istituto d’istruzione superiore sito nel Comune di Trebisacce.
Accompagnata da alcuni docenti, la neo dirigente ha incontrato il sindaco di Trebisacce al quale ha manifestato la propria disponibilità al rilancio della scuola, la quale ha avuto già un aumento di iscrizioni rispetto allo scorso anno.
Intenzione della dirigente è continuare il rapporto di collaborazione con le istituzioni locali, per una migliore crescita culturale e sociale della realtà scolastica.
La professoressa Tortorella ha inoltre espresso complimenti per la città di Trebisacce, giudicandola bella ed accogliente, ricca di una scuola moderna e funzionale.
Il sindaco Mundo, ha ringraziato la prof.ssa Tortorella per la visita istituzionale, e le ha comunicato la disponibilità assoluta dell’amministrazione comunale, così come è avvenuto in passato anche con le altre realtà scolastiche cittadine, a conferma di una sinergia necessaria per il buon funzionamento della scuola.
Il sindaco ha inoltre espresso apprezzamento per i progetti illustrati e l’auspicio che il Galilei inizi un nuovo corso, dimenticando la triste esperienza del passato anno scolastico.
“Ho dato il benvenuto alla Dott.ssa Tortorella – ha dichiarato il sindaco Mundo – condividendo con lei una semplice realtà: le scuole di Trebisacce sono un’eccellenza e siamo sicuri che continueranno ad esserlo anche con i nuovi dirigenti.
Siamo alla ricerca di quella necessaria serenità produttiva che dopo gli incresciosi fatti e proteste dello scorso anno, che hanno visto indagati la ex dirigente e alcuni docenti oltre che il loro avvocato di fiducia, è assolutamente indispensabile. È necessario pertanto ripristinare serenità, sicurezza e soprattutto fiducia nel corpo docente da parte degli alunni e dei loro familiari. La scuola è un grande servizio pubblico, palestra formativa dei giovani, dove devono trovare accoglienza e rispetto”.