Castrovillari: servizio civile, ancora un altro progetto finanziato

Castrovillari(Cosenza) – Il Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, ha ringraziato il consigliere comunale e provinciale,Carlo Lo Prete, per come dal 2015 segue i progetti voluti dall’Amministrazione municipale per le opportunità di servizio civile realizzati e da creare in città a sostegno e promozione delle impronte identitarie, storiche ed artistiche presenti.
Ciò lo ha fatto, mercoledì 4 settembre, in occasione della pubblicazione del bando,da parte del Dipartimento per le Politiche Giovanili ed il Servizio Civile Universale,che vede ancora una volta incluso il capoluogo del Pollino per una nuova selezione di aspiranti operatori volontari,proprio di Servizio Civile, i quali dovranno presentare la domanda di partecipazione, entro e non oltre le ore 14 di giovedì 10 ottobre, esclusivamente attraverso la piattaforma “Domanda on Line (DOL)”, raggiungibile tramite PC, tablet o smartphone all’indirizzo.
“Il nuovo progetto del Comune di Castrovillari, al quale sono stati attribuiti 4 posti- ricordano Lo Polito e Lo Prete- , si chiama “L’Ultimo Baluardo” ed èl’ultimo di questa amministrazione che lo ha presentato per capacità di tempistica, visto la scadenza del mandato, e grazie all’effetto della riforma del Servizio Civile- Decreto Legislativo del 6 marzo 2017, n. 40-la quale dispone,tra i tanti requisiti previsti nella riorganizzazione normativa, che ogni ente per accreditarsi deve avere una dotazione di personale qualificato e la disponibilità di almeno 30 sedi di attuazione.”
“Così anche quest’anno- ricorda a seguire Lo Prete- il Comune di Castrovillari ha visto finanziato il progetto, continuando nella tradizione di questa amministrazione che, dal 2015, ha avuto approvati quelli per il servizio civile presso il Museo Archeologico, importante per la promozione e conoscenza delle testimonianze che conserva.”
“Per tale motivo – affermanoil primo cittadino e il consigliere- va un sentito un ringraziamento a tutti i ragazzi che in questi anni hanno promosso la Pinacoteca “Alfano” ed il Museo Archeologico con notevole impegno e senso di appartenenza verso la nostra città. Non a caso grazie proprioal servizio civile- aggiungono- , questi luoghi sono stati rivitalizzati, aperti tutti i giorni e, in tante circostanze, anche il sabato e la domenica, producendo un incremento significativo di visite.”
“Da qui- si sostiene- l’importanza di riprogrammare l’accreditamento all’albo degli enti di servizio civile universale, con altre pubbliche amministrazioni o con il Consorzio dei Servizi Sociali del Pollino, in qualità di Comune capofila, per perpetuare questa utilitàche offre la legge nell’interesse della collettività, coniugando occasioni lavorative con la promozione del patrimonio esistente, attraverso capacità e professionalità solo da rendere e necessarie per la crescita civica e civile, indivisibili da quelle Radici culturali,fondamentali per ogni comunità.”