Rimborsopoli: Ferrara (M5S), Oliverio faccia un passo indietro

laura-ferrara29
Catanzaro – “Non potevano che essere le dimissioni di Oliverio dalla presidenza della Regione Calabria la richiesta del Movimento 5 Stelle e dei cittadini che si sono sentiti nuovamente traditi da questa classe politica”. Lo afferma Laura Ferrara, europarlamentare calabrese del movimento. “All’indomani dell’inchiesta “Erga omnes” – aggiunge – il quadro offerto e’ sconfortante. Non si discute sulla presunta innocenza degli “illustri” nomi coinvolti, in quanto e’ pur vero che non si tratta di sentenze in via definitiva. E’ in discussione la totale mancanza di senso di responsabilita’ da parte di chi, relegando le proprie scelte a logiche di partito anziche’ di competenze, ha perso ulteriore tempo nominando in giunta chi dall’inchiesta sarebbe stato coinvolto, Nino De Gaetano, Carlo Guccione, Enzo Ciconte ed il Presidente del Consiglio regionale Antonio Scalzo. E’ il presidente Oliverio che deve rispondere nel merito rispetto a questo e l’unica risposta che puo’ dare sono le sue dimissioni. Bisogna dare segnali a questa terra. Per questo a gran voce e da piu’ parti si chiede ad Oliverio di fare un passo indietro. La Calabria – continua l’eurodeputata – ha delle scadenze importanti anche con l’Europa, nella sua mini giunta Oliverio non aveva ancora affidato, fra l’altro, la delega alla Programmazione europea, i ritardi si accumulano su altri ritardi. In campagna elettorale aveva promesso ai cittadini che lo hanno eletto un cambio di rotta, invece a quasi otto mesi dalla sua proclamazione la Calabria non esce dall’impasse, peggio sprofonda nel pantano della scelleratezza della spesa di fondi pubblici. Inutile appellarsi al baluardo del garantismo perche’ non e’ questo il cuore della questione. Era stato preso un impegno preciso con i calabresi che e’ stato completamente disatteso, vista la situazione di grave crisi e di bisogno di sviluppo mi sembra chiaro che non e’ questo il tempo delle seconde possibilita’”.