Truffe online: la Polizia lancia la campagna “Utente avvisato mezzo salvato”

truffe_online

Reggio Calabria – Sicurezza in rete, tutela dei dati personali, protezione da frodi e rischi negli acquisti: temi “caldi” e particolarmente sentiti da chi utilizza Internet. “Quello dei raggiri su Internet è un fenomeno del quale la Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa costantemente”, afferma Roberto Di Legami del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. “Nel 2014 sono state presentate 80.805 denunce da parte di utenti truffati, portando all’arresto di 7 e alla denuncia di 3.436 persone ed al sequestro di 2352 spazi virtuali”. “Questi dati – continua Di Legami –  impongono una maggiore sensibilizzazione delle persone a un uso appropriato della Rete e dei pagamenti online e per questo motivo la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha realizzato una Guida all’e-commerce sicuro”. La guida, che sarà disponibile sul sito Polizia di Stato, sul portale del Commissariato on line e sulle pagine facebook e twitter, offre alcuni utili consigli e pratici suggerimenti per muoversi tra i negozi online senza problemi. Si tratta di consigli particolarmente utili all’avvicinarsi del periodo estivo quando il fenomeno delle truffe sembra acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a bassissimo costo per le tanto attese vacanze. “Del resto, che la scelta di acquistare in rete sia legata anche alla possibilità di ottenere risparmi, oltre che alla comodità” – afferma Roberto Sgalla Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato – “non è una sorpresa: alcune ricerche confermano che il modello dell’acquisto di impulso legato a offerte speciali, ad esempio stock limitati o con prezzi scontati per un tempo definito, si è diffuso ed è proposto ormai da molti attori dell’e-commerce anche per i servizi. “Nonostante i tanti casi di truffe – continua Sgalla – i consumatori devono poter usufruire dei vantaggi di Internet per le proprie attività quotidiane, indipendentemente dal proprio livello di informatizzazione e – conclude Sgalla – siccome la stragrande maggioranza degli acquirenti online si affida alla Rete per gli acquisti, il nostro obiettivo è anche aiutare chi non è esperto a comprare in totale tranquillità. Per questo motivo nasce la campagna di prevenzione della Polizia Postale e delle Comunicazioni denominata: “utente avvisato mezzo salvato”, con un decalogo di poche semplici regole per aiutare i navigatori, occasionali o assidui, a sentirsi più confidenti in occasione del loro prossimo acquisto. Il Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Reggio Calabria e le dipendenti Sezioni di Catanzaro, Cosenza e Crotone negli ultimi anni sono state particolarmente impegnate nel contrasto del fenomeno delle truffe on line che ha coinvolto diversi settori dell’e-commerce: dall’acquisto di veicoli, motocicli, attrezzi da lavoro, smartphone e apparecchiature informatiche, fino a giungere alle truffe attinenti a false offerte di lavoro e pacchetti vacanze. In riferimento ad un caso denunciato in questo territorio, il Responsabile della Sezione Operativa del Compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Reggio Calabria Commissario Capo della Polizia di Stato, Dottoressa Genevieve Di Natale,  dichiara: “prima di avventurarsi in un viaggio low cost nelle Canarie, pregustando i giorni del soggiorno in una fastosa villa con vista mare e piscina annessa, e scoprire solo giunti sul posto che la villa è inesistente (essendo costretti, peraltro, ad acquistare a prezzi esorbitanti il soggiorno in loco), è necessario avere la consapevolezza delle insidie nella rete ed adottare le dovute cautele per non essere truffati”.