Rom: rapporto “Peter Pan”, 1.000 bimbi a rischio pedofilia

campo-rom-03-07
Catanzaro – “Dei seimila bambini rom che vivono nei campi nomadi, su un totale di quarantamila persone, almeno mille sono a rischio di prostituzione”. E’ quanto emerge dal rapporto dell’associazione “Peter Pan” sulla popolazione rom effettuato nei campi di Foggia, Cosenza, Padova e Reggio Emili . “Abbiamo effettuato uno studio – dice Mario Campanella, Presidente dell’associazione – rilevando, con grandissime difficolta’ e con un’approssimazione del 90% una fascia di bambini che va dagli 8 ai 15 anni e che non e’ scolarizzata. Dei seimila bambini che fanno parte di questa delicata fascia di eta’ – prosegue Campanella – circa il 30% mendica e, tra questi, almeno la meta’ e’ a rischio elevato di prostituzione. I fattori di rischio sono , appunto, la mendicita-prosegue il giornalista- la facilita’ di spostamento senza controllo dei minori nell’arco della giornata e il sesso femminile: il 68% della campionatura relativa alla mendicita (1.250 su 1.800) e’ di sesso femminile. Bisogna assumere decisioni che spezzino questi perversi meccanismi- conclude Mario Campanella – in un contesto nel quale i servizi sociali sono del tutto assenti”.