Calabria Etica: al Forum 100 Idee per Reggio

100idee
Catanzaro – Non si fermano le attività del progetto “Misure di contrasto al fenomeno della Segregazione sociale in area urbana”, finanziato dall’Unione Europea-Fondo sociale europeo e gestito dalla Fondazione Calabria Etica-Regione Calabria. Di particolare rilievo la partecipazione, martedì 8 luglio (inizio ore 9,30), al Forum “100 Idee per Reggio Calabria Città Metropolitana”, nel contesto dello svolgimento del primo Festival delle Città metropolitane Inu (Istituto nazionale di urbanistica) che si terrà a Reggio Calabria dal 16 al 18 luglio. Il Forum è promosso da Lastre, Laboratorio integrato per l’area dello Stretto per lo sviluppo del territorio, dal Dipartimento Pau della Mediterranea di Reggio Calabria e dall’Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Reggio Calabria. L’iniziativa, coordinata da Concetta Fallanca, professore ordinario di Urbanistica della Mediterranea e da Paolo Malara, presidente dell’Ordine degli Architetti di Reggio Calabria, è volta ad offrire un contributo a Reggio Calabria Città metropolitana e al suo vasto territorio per una nuova governance in uno scenario mediterraneo che include le città dello Stretto. La presenza del progetto “Misure di contrasto al fenomeno della Segregazione sociale in area urbana”, testimonia la valenza delle attività fin qui svolte e, nell’ambito della III Sessione dell’intensa giornata di lavoro presso l’Aula Magna di Architettura dell’Università Mediterranea, Giuseppe Critelli responsabile scientifico del progetto relazionerà sul tema “Il ruolo attivo della città contro la segregazione sociale”. La presenza del responsabile scientifico del progetto, andrà ad arricchire il dibattito della sessione “Visioni, comunicazione, interazione e percezione”. Aprirà il lavori il Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea, Pasquale Catanoso. Subito dopo sono previsti gli interventi di Concetta Fallanca, Paolo Malara, Giuseppe Raffa (presidente della Provincia di Reggio Calabria). Il Forum si soffermerà, nel corso dell’avvio della I sessione dei lavori su Identità, patrimonio, risorsa e valore; mentre per quanto attiene alla II sessione si discuterà di Piano- Pianificazione, Buone pratiche, assetto del territorio. Ricordiamo che il progetto “Misure di contrasto alla segregazione sociale in area urbana” è presente su tutto il territorio calabrese attraverso le attività dei Centri d’Ascolto e il coinvolgimento dei Centri per l’Impiego, al fine di monitorare lo stato dei bisogni dei destinatari (lavoratori svantaggiati, donne, anziani, popolazione immigrata, nomadi, persone appartenenti a minoranze etniche, donne vittime di violenza fisica, sessuale, psicologica e/o di costrizione economica, persone diversamente abili; gruppi a rischio di esclusione sociale e in condizioni di povertà relativa; giovani e studenti fuori dai percorsi di istruzione e formazione iniziale; detenuti/e ed ex detenuti/e, persone soggette a misura penale esterna o in semilibertà; soggetti affetti da dipendenze e quanti altri a rischio di segregazione sociale) e fornire alla Regione Calabria una Banca dati di enorme valenza. Tra le tante finalità del progetto, vi è quella di favorire percorsi integrati per l’accesso alla formazione professionale e per l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro delle persone svantaggiate.