Trasporti: comandante non abilitato, sequestrata nave per Eolie

finanza-costiera
Vibo Valentia – La Guardia costiera e la Guardia di finanza di Vibo Valentia hanno posto sotto sequestro, su disposizione della Procura, una nave di proprieta’ di una societa’ privata che effettua il servizio di collegamento quotidiano dal porto di Tropea alle isole Eolie. La nave e’ stata sequestrata poiche’, secondo le risultanze investigative, sarebbe condotta da una persona non in possesso dei titoli e dei requisiti previsti dalla legge per svolgere le funzioni di comandante. L’imbarcazione, capace di trasportare sino a 300 passeggeri e del valore di diversi milioni di euro, e’ stata bloccata nella notte all’arrivo nel porto di Tropea. Sui collegamenti quotidiani dal Vibonese alle isole Eolie e l’interesse dei clan a monopolizzare il settore, un’indagine e’ stata aperta da tempo dalla Dda di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta “Black money”, ma al momento non si registrano indagati.

Sono due le persone denunciate stamane dalla Guardia costiera e dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia nell’ambito dell’operazione “Imperatrice” che ha portato la Procura di Vibo a sequestrare una nave che effettuava un servizio quotidiano di collegamento dal porto di Tropea alle isole Eolie. La persona denunciata per “usurpazione di comando” – per come spiegato nel corso di un’apposita conferenza stampa – e’ Antonino Accorinti, 59 anni, di Briatico,noto alle forze dell’ordine per reati legati agli stupefacenti, alle armi, alle estorsioni ed a diverse violazioni della sorveglianza speciale. Secondo le indagini, Accorinti avrebbe condotto personalmente la nave denominata “Imperatrice” della compagnia “Briatico Eolie srl” pur non possedendo alcun titolo per svolgere la mansione di comandante. Denunciata pure una donna per “abbandono di comando” la quale, pur essendo invece in possesso dei titoli per condurre la nave e risultando sulla carta il vero comandante, avrebbe svolto altre mansioni tra cui quella di guida turistica di bordo, permettendo che a guidare l’imbarcazione, sia in navigazione che nelle operazioni di manovra, fosse Accorinti. Da qui anche il sequestro della nave che trasportava sino a 300 passeggeri al giorno. La compagnia di navigazione “Briatico Eolie srl” conta su un’altra nave che continuera’ a collegare la costa vibonese alle isole Eolie.

,