Violazione sigilli a Tropea, giudice non convalida arresto

rp_Tribunale-Vibo-22-07-300x225.jpg
Vibo Valentia – E’ tornato libero un ristoratore di 50 anni, E.A., di Tropea, che era stato arrestato dai carabinieri per violazione dei sigilli e posto ai “domiciliari” in attesa delle determinazioni della magistratura. Il Tribunale di Vibo Valentia non ha infatti convalidato l’arresto dell’uomo, in accoglimento dei rilievi difensivi del legale di fiducia, avvocato Francesco Sabatino. Il pm della Procura di Vibo Valentia, Santi Cutroneo, aveva invece chiesto al giudice la convalida degli arresti domiciliari. Il ristoratore era destinatario di un’ordinanza con la quale il Comune di Tropea aveva apposto i sigilli ad una sua struttura ricettiva per presunte violazioni di legge.

,