Esodo: Armani (Anas), incremento del 3% dei transiti; meno code

Gianni-Vittorio-Armani-anas
Roma – “Il bilancio dell’esodo estivo 2015 puo’ essere sintetizzato in un semplice ma efficace dato. E’ stato sfatato un luogo comune: pur registrando un sensibile aumento del traffico, del 3,13%, legato all’incremento dei flussi turistici e della mobilita’ e alla ripresa economica del Paese, sulla nostra rete stradale e autostradale sono diminuite le code e le criticita’”. A parlare e’ il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, presentando oggi – al Viminale – i risultati dell’esodo estivo 2015. Complessivamente, lungo le principali direttrici stradali ed autostradali di competenza Anas, nel periodo compreso tra il 24 luglio e il 31 agosto, si sono stimati transiti di oltre 93 milioni di veicoli. In base ai dati dei sensori sulle principali direttrici si e’ registrato un aumento del traffico del 3,13% (92,9 milioni di veicoli nel 2015, contro i 90 milioni del 2014). Il giorno con maggiori volumi di traffico e’ risultato il venerdi’ 31 luglio con 5,5 milioni di transiti.
“I transiti rilevati dai nostri sensori – ha evidenziato il presidente Armani – confermano che la crescita del traffico, in particolare verso il Mezzogiorno, si e’ registrata non solo nel corso dei tradizionali fine settimana, ma anche nelle giornate feriali, come il lunedi’ e il giovedi’. Abbiamo inoltre rilevato un particolare utilizzo delle strade anche in orari notturni”. A titolo di esempio, nella notte tra venerdi’ 21 agosto e sabato 22 agosto si e’ registrato, rispetto allo scorso anno, un aumento del traffico pari a circa il 7%; trend di crescita confermato anche nella notte successiva (tra sabato 22 agosto e domenica 23 agosto). I tratti a maggior traffico sono stati: Grande Raccordo Anulare con 8,2 milioni di transiti; SS16 ‘Adriatica’ con 7,3 milioni transiti; Autostrada Roma-Fiumicino con 4,8 milioni di transiti”.