Inchiesta Anas: Messa, rivista “Formiche” estranea ai fatti

conferenza-dama-neraRoma – “Apprendo con rammarico che nelle carte delle indagini relative all’inchiesta ‘Dama Nera’ vi sarebbero persone che hanno del tutto impropriamente utilizzato il nome ‘Formiche’. Laddove gli atti processuali dovessero confermare le indiscrezioni apparse oggi sui giornali, anticipo che io stesso e la societa’ che edita la rivista Formiche ci costituiremo parte civile ed adotteremo tutte le iniziative che la legge consente per tutelare la nostra onorabilita’”. Lo afferma Paolo Messa, fondatore della rivista Formiche, che aggiunge: “Preciso che l’omonima fondazione Formiche onlus e’ un soggetto giuridico diverso dalla societa’ editoriale di cui rappresento l’azionista di maggioranza. La nostra rivista non ha intrattenuto alcun rapporto con le persone arrestate e non si e’ occupata delle vicende oggetto dell’inchiesta”.