Incidenti: Coisp, riconoscere il reato di omicidio stradale

brugnano-coisp-02-07-01Catanzaro – “Il Governo intervenga con decisione e si acceleri l’iter per riconoscere il reato di omicidio stradale, ed in questa direzione chiediamo un impegno concreto ai parlamentari calabresi”. Lo afferma in una nota il segretario regionale del Coisp Calabria (Sindacato indipendente di polizia), Giuseppe Brugnano, dopo l’incidente stradale avvenuto giovedi’ sera a Catanzaro, dove ha perso la vita una ragazza di 17 anni che stava attraversando sulle strisce pedonali dove e’ stata travolta da un’autovettura. “Le lungaggini parlamentari a cui il testo di legge e’ sottoposto – dichiara Brugnano – non sono sinonimo di garanzia e di riflessione da parte del legislatore, ma sembra rappresentare la sola necessita’ di trovare equilibri che nulla hanno a che fare con la necessita’ di legiferare su una questione non piu’ rinviabile. Sono tremila i morti che ogni anno si registrano sulle strade italiane ed in troppi casi le responsabilita’ sono talmente evidenti che occorre intervenire con leggi chiare, nella consapevolezza che servono interventi innovativi anche sul codice della strada e sulla prevenzione”. Secondo Brugnano, “come personale di polizia, che ogni giorno registra fatti di cronaca sulle strade italiane, siamo consapevoli che non si deve perdere altro tempo. Alla famiglia della giovane Andrea, come Coisp Calabria, esprimiamo la nostra vicinanza e il nostro cordoglio, confermando il nostro impegno nel portare avanti la necessita’ di dare risposte concrete alle tante famiglie che hanno subito la perdita dei loro cari per responsabilita’ precise”.