Rapine: tre persone fermate nel Reggino dai Carabinieri

arresti-barrese-gallo-scaReggio Calabria – Tre uomini sono stati fermati dai Carabinieri della compagnia di Gioia tauro perche’ accusati di avere commesso due rapine in serie. E’ accaduto a Laureana di Borrello, in provincia di Reggio Calabria, dove la scorsa settimana i militari hanno fermato tre rosarnesi, Antonio Barrese di 28 anni, Giuseppe Gallo di 38 anni e Domenico Scandinaro di 32 anni, con l’accusa di rapina aggravata in concorso. I tre sono stati bloccati in contrada Arangarella del comune di Laureana di Borrello, mentre erano a bordo di un’automobile. Secondo l’accusa avevano appena compiuto due rapine, in due centri distanti 11 chilometri l’uno dall’altro: la prima a Candidoni, ai danni di un pensionato, la seconda in un piccolo supermarket nella frazione Plaesano di Feroleto della Chiesa. I tre, quando sono stati intercettati da una pattuglia dell’aliquota radiomobile, avrebbero provato a disfarsi di guanti e berretti, che successivamente sono stati recuperati nella vegetazione ai lati della carreggiata. All’interno dell’automobile i Carabinieri hanno trovato parte della refurtiva. Le indagini proseguono per accertare un eventuale coinvolgimento in altre rapine avvenute in zona. Il fermo e’ stato convalidato dal gip di Palmi, che ha confermato la custodia cautelare in carcere.

,