Sicurezza stradale: fondi per test droga, accordo P.Chigi-Polizia

Polizia-stradale-23-06Roma – Siglato oggi oggi a Roma l’accordo esecutivo del protocollo d’intesa per la “Promozione di interventi in materia di politiche antidroga e di tutela della salute pubblica attraverso il contrasto dell’incidentalita’ causata dall’uso di sostanze stupefacenti”, tra il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Il documento e’ stato sottoscritto dal consigliere Patrizia De Rose per il Dipartimento Politiche Antidroga e dal direttore centrale per le Specialita’ della Polizia di Stato Roberto Sgalla. E’ stata cosi’ resa operativa la collaborazione delle due istituzioni avviata con la firma del protocollo d’intesa il 23 dicembre 2015 e finalizzata a ridurre gli incidenti stradali incrementando i controlli per contrastare la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed in stato d’ebbrezza alcolica.
La collaborazione consentira’ al Dipartimento di Pubblica Sicurezza di destinare, per l’acquisto di strumenti precursori per il controllo preliminare della presenza di stupefacenti e dei relativi kit diagnostici per gli accertamenti di laboratorio, le risorse messe a disposizione dal Dipartimento delle Politiche Antidroga, tratte dal Fondo Incidentalita’ Notturna, di cui al Decreto Legislativo n. 117 del 2007, convertito nella legge 160 del 2007, esistente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, nel quale confluisce una parte delle sanzioni per le violazioni accertate dagli organi di polizia stradale.

I servizi mirati di contrasto per la guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, svolti dalla Polizia di Stato a partire dal giugno del 2015, con il contributo di Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale, hanno interessato complessivamente 35 province ed hanno consentito di testare un nuovo protocollo operativo per l’accertamento dell’assunzione di sostanze stupefacenti, direttamente su strada, mediante test di screening sulla saliva effettuati dalla Polizia Stradale e dai Medici della Polizia di Stato.
Nel corso dei servizi sono stati effettuati 260 posti di controllo, con l’impiego di 1.630 operatori della Polizia di Stato e 349 tra medici e personale sanitario, sempre della Polizia di Stato. Sono stati sottoposti ad alcoltest 14.767 conducenti (923 sono risultati positivi anche alla verifica con etilometro, con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l; per tali conducenti e’ scattato il ritiro della patente di guida per la successiva sospensione) e, come previsto dal protocollo, 930 di questi sono stati sottoposti anche al test di screening per stupefacenti, a seguito dell’esame comportamentale dei sanitari della Polizia di Stato, per valutarne lo stato psicofisico: 268 di questi ultimi sono risultati positivi ad almeno una sostanza stupefacente. Le successive analisi effettuate sui campioni salivari presso il Centro Ricerche di Laboratorio e Tossicologia Forense della Polizia di Stato di Roma hanno confermato la validita’ dell’80% dei test di screening positivi. I servizi proseguiranno nell’anno in corso e saranno ulteriormente potenziati grazie all’accordo siglato oggi. Verranno intensificati i controlli anche in altre fasce orarie oltre quelle delle notti dei fine settimana, con verifiche specifiche rivolte ai conducenti professionali.