Fisco: transiti Italia-Austria, Gdf scopre evasione per 18 mln

comando-provinciale-udine
Udine – Un’evasione fiscale di 18 milioni di euro tramite operazioni finanziarie triangolari tra Udine, Villach (Austria) e Milano, con “transiti” occulti di denaro contante per milioni di euro tra Italia e Austria, in violazione delle normative antiriciclaggio e valutarie, e’ stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Udine che ha denunciato 7 persone per reati tributari e sequestrato beni per circa 700.000 euro. Coordinate dalla procura di Udine, le indagine della GdF di Udine condotte tra Udine, Padova, Milano, Treviso, Venezia e Vicenza, hanno accertato che una importante societa’ di Milano (del settore lavorazione materiali tessili) aveva utilizzato fatture di operazioni inesistenti (per acquisti di “cotone candeggiato”) per un importo complessivo di 13,5 milioni euro. L’emissione di tali fatture fittizie veniva “gestita” da un soggetto residente nella provincia di Udine che aveva pianificato un sofisticato meccanismo al fine di “creare” operazioni commerciali inesistenti per consentire alla societa’ lombarda di portare in contabilita’ costi fittizi con successivi risparmi fiscali e di creare “nuova” liquidita’. La societa’ utilizzatrice delle fatture false ha gia’ versato nelle casse dell’erario oltre un milione di euro avviando il ravvedimento della condotta fiscale, mentre nei confronti dell’imprenditore friulano, emittente le fatture per operazioni inesistenti, il Gip presso il Tribunale di Udine ha disposto il sequestro per equivalente di una villa di pregio e disponibilita’ finanziarie per circa 700.000 euro.