‘Ndrangheta: latitante preso a Torino, guardava partita in tv

processo-minotauroTorino – Era l’ultimo latitante dell’operazione Minotauro sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Piemonte. Vincenzo Femia, 44 anni, appartenente alla ‘ndrina di Gioiosa Jonica, attiva nel traffico di stupefacenti, e gia’ condannato a 7 anni di reclusione, e’ stato arrestato dai carabinieri mentre guardava la partita degli Europei di calcio Croazia-Portogallo. Qualche ora prima Femia era stato immortalato dai teleobiettivi mentre cercava refrigerio sul balcone della casa dell’amico che lo ospitava, denunciato per favoreggiamento personale. Quando i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento, l’uomo ha chiuso immediatamente il pc protetto da password. Nel marzo 2013 Femia era stato arrestato dai carabinieri di Susa, ma scarcerato otto mesi dopo perche’ assolto dal Tribunale di Torino. Nel maggio 2015 la Corte d’Appello di Torino aveva ribaltato la sentenza, condannandolo a 7 anni di reclusione per rapina, violazione della leggi sulle armi e detenzione a fini spaccio di sostanze stupefacenti. Il 12 maggio scorso, infine, la Cassazione ha confermato la pena e la procura di Torino ha emesso l’ordine di carcerazione.