Sistema Idrico: Filctem Cgil e Femca Cisl, rischio perdita fondi europei

sistema-idricoCatanzaro – “Siamo del parere che il tempo sinora trascorso sul tema del riassetto complessivo del sistema idrico integrato in Calabria, non sia in linea con i proponimenti della regione in merito e, soprattutto, non sia rispettoso delle aspettative dei cittadini e dei lavoratori del settore”. Lo afferma in una nota congiunta le Segreterie Regionali Calabria di Filctem Cgil e Femca Cisl che “a fronte della presentazione del piano di rientro di Sorical, e del cambiamento del commissario liquidatore”, affermano che si erano “predisposti ad una nuova e più stringente fase di ricomposizione della organizzazione del lavoro, anche in funzione di un progetto di legge che indica, seppure in modo transitorio, la pubblicizzazione della Sorical ed un ampio e più diffuso sistema di riordino della depurazione nella nostra regione, che, é bene ricordare , é a rischio infrazione da parte della UE”. Secondo di Filctem Cgil e Femca Cisl “l’attuale fase di stallo determinerebbe, a nostro parere, anche il concreto rischio,in assenza di strategie condivise in materia di programmazione degli interventi, di perdere i finanziamenti europei”.
“Nell’interesse di una Calabria martoriata sul piano delle infrastrutture e delle reti”, la Filctem Cgil e FemcaCisl,“per dare immediatamente corso a quanto sopra sinteticamente richiamato” ritengono “da subito una urgente richiesta di incontro alla Giunta Regionale sulla legge regionale del SII e a Sorical per riprendere una discussione di merito sul tema dell’organizzazione del lavoro”.