Poverta’: Roccisano, azione continua del Governo Renzi

poveri-italiani600x450Catanzaro – “Sono felice di constatare l’azione continua del Governo Renzi per contrastare la poverta’, l’emarginazione adulta e la condizione degli adulti senza dimora”. Lo afferma Federica Roccisano, assessore regionale alle Politiche sociali. “Il decreto n. 256 del 3 ottobre 2016 del Direttore Generale della Direzione per l’inclusione e le politiche sociali, dove e’ incardinata l’Autorita’ di Gestione del Pon Inclusione e del Po I Fead – aggiunge la Roccisano – ha pubblicato l’Avviso per la presentazione di Proposte di intervento per il contrasto alla grave emarginazione adulta che individua una dotazione finanziaria di ? 50.000.000 complessivi, di cui 25 milioni relativi al Fondo Sociale Europeo, programmazione 2014-2020, Programma Operativo Nazionale Inclusione ed i restanti 25 milioni a valere sul Fondo di Aiuti Europei agli Indigenti, programmazione 2014-2020.I soggetti preposti alla presentazione proposte progettuali saranno esclusivamente gli Enti territoriali come: il 50% e’ destinato alle Citta’ metropolitane ed i Comuni con oltre 250.000 abitanti, individuati sulla base della stima del numero di persone senza dimora. Il restante 50% dello stanziamento, pari a 25 milioni di euro, e? attribuito alle Regioni/Province autonome, che possono presentare Proposte di intervento con riferimento a territori degli Ambiti territoriali di competenza – ad eccezione delle Citta? metropolitane sopra considerate – ovvero delegare agli Ambiti territoriali e ai Comuni la loro presentazione. Ogni soggetto proponente e’ chiamato a presentare un’unica proposta di intervento e presentata dagli enti territoriali compilando esclusivamente i modelli preposti dall’autorita’ di Gestione, domanda di ammissione al finanziamento ed il formulario per la presentazione della proposta di intervento ed inviarla tramite posta elettronica certificata. La Regione ospitera’ il prossimo 17 Ottobre la dott.ssa Berliri, Responsabile del Dipartimento per l’inclusione e le politiche sociali del Ministero del lavoro e delle politiche ed una delegazione del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, per parlare di questo bando – conclude la Roccisano – e delle articolazioni del SIA, nonche’ delle sua modalita’ di attuazione”.