Corruzione: chiesta interdizione anche per presidente Provincia

enzo-bruno-600x400Lamezia Terme (Catanzaro) – Ci sono i componenti del Consiglio di amministrazione della Sacal fra i destinatari delle richieste di sospensione dai pubblici uffici avanzate dalla Procura di Lamezia Terme nell’ambito dell’inchiesta che ha coinvolto i vertici della societa’ che gestisce l’aeroporto internazionale della citta’ calabrese. Le misure interdittive, su cui dovra’ pronunciarsi il Gip del tribunale di Lamezia Terme, riguardano, tra gli altri, il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, esponente del Partito Democratico, gli imprenditori Giuseppe Gatto e Floriano Noto, entrambi di Catanzaro, ed Emanuele Iona’, di Lamezia Terme, tutti membri del Cda. L’eventuale accoglimento della richiesta potrebbe, dunque, determinare uno stravolgimento politico nell’amministrazione della Provincia di Catanzaro.

,