Operazione “lampo 2”: eseguite 6 ordinanze di custodia cautelare

polizia-carabinieri600x450Reggio Calabria – Personale della Squadra Mobile e militari del Nucleo Operativo della Compagnia dei Carabinieri di Reggio Calabria, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice delle indagini preliminari del locale Tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, nei confronti di
Gianfranco Musarella, 39 anni, Antonino Marra, detto “Nino”, 37 anni,
Giovanni Marra, 34 anni e Alessandro Marra, 30 anni tutti di Reggio Calabria, già destinatari del provvedimento di fermo di indiziato di delitto eseguito il 5 maggio scorso. Altra misura cautelare in carcere è stata notificata a Sebastiano Musarella, detto “Seby”, 39 anni di Reggio Calabria, già detenuto per altra causa. I primi 4 soggetti rispondono, a vario titolo, di estorsione, porto e detenzione illegale di armi, lesioni personali, danneggiamento mediante incendio, aggravati dalle modalità mafiose o per aver agevolato l’organizzazione mafiosa denominata ‘ndrangheta.
Sebastiano Musarella – già condannato per associazione mafiosa nell’ambito dell’indagine “Eremo” del 2005 – è accusato di estorsione aggravata dalle modalità mafiose o per aver agevolato l’organizzazione mafiosa denominata ‘ndrangheta.
Il Gip inoltre ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Gianfranco Musarella, Giovanni Marra e degli arresti domiciliari a carico di Pamela Domenica Barilla’, 23 anni, arrestati in flagranza di reato, il 5 maggio scorso, per detenzione illegale di armi comuni e da guerra, nonché del relativo munizionamento.
Nel corso delle perquisizioni domiciliari effettuate durante l’esecuzione dei fermi, in un locale adibito a deposito di vario materiale, attiguo all’abitazione di Gianfranco Musarella, gli operatori dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato individuavano un vano e un sottotetto all’interno dei quali rinvenivano un arsenale di armi, parti di armi e munizioni, composto da: 1 fucile mitragliatore kalashnikov Ak 47,  1 pistola mitragliatrice modello Uzical. 9×19, privo di matricola; 1 pistola semiautomatica marca Beretta cal. 9 parabellum, con matricola obliterata;  1 revolver cal.32, con matricola obliterata; 1 pistola semiautomatica marca Beretta cal. 9 corto; 1 pistola a salve cal. 8, priva di tappo rosso, con evidenti segni di manomissione; 4 fucili cal. 12, di cui 3 con matricola abrasa; 2 carabine;
1 carabina ad aria compressa; varie parti di arma per uso caccia; 4 silenziatori;  varie cartucce cal. 9 parabellum, calibro 12, 7,65 e 7.62×39; varie divise di una ditta di vigilanza;
alcuni passamontagna e guanti;  4 caschi ed attrezzi da scasso.