Ferrovie: Bevacqua, Regione in direzione giusta per linea ionica

ferrovia-jonica60x45Catanzaro  – “Esprimo il mio apprezzamento per il finanziamento di 500 milioni destinato dalla Regione alla linea ferroviaria ionica: l’adeguamento dei tracciati su 280 km di linea, con la conseguente velocizzazione dei tempi di percorrenza, unitamente alla riqualificazione delle stazioni e alla messa in esercizio di nuovi e moderni treni, potra’, finalmente, garantire ai territori ionici quel diritto alla mobilita’ di persone e merci, da decenni invocato e mai attuato”. E’ quanto afferma il consigliere regionale Domenico Bevacqua, sottolineando come “oltre alle risorse da investire gia’ acquisite, la forza del progetto risiede nella partecipazione di RFI e nella fissazione di tempi certi, con l’indicazione dell’inizio e del termine di conclusione dei lavori. Da tempo vado ribadendo – continua Bevacqua – la necessita’ di far seguire alla meritoria di programmazione che stiamo portando in sede legislativa, misure applicative concrete, capaci di avere un impatto positivo immediato sulla vita quotidiana dei cittadini calabresi: in questo caso, la Regione si muove nella giusta direzione, mettendo a frutto lo strumento programmatorio rappresentato dalla nuova legge sul Trasporto Pubblico Locale, su cui tanto si e’ lavorato insieme agli assessori Musmanno e Russo, che hanno assicurato una presenza assidua e un’attenzione costante nell’ambito della Commissione Ambiente e Territorio che presiedo, in seno alla quale ho piu’ volte evidenziato la necessita’ prioritaria di partire dall’ammodernamento ed efficientamento della tratta ionica: sono lieto, oggi, che il presidente Oliverio abbia recepito l’appello. Non si tratta certo – continua Bevacqua – della soluzione di tutte le criticita’ che hanno chiuso, sinora, in un intollerabile isolamento l’area ionica: e’, pero’, un passo importante e in occasione della firma dell’accordo con RFI il prossimo 17 maggio presso la Cittadella regionale, sono certo che il presidente Oliverio approfittera’ della presenza del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, per avviare un discorso organico sul superamento del problema della 106. Nondimeno, la Regione dovra’ focalizzare la propria attenzione, senza ulteriori ritardi, sulla realizzazione della metro leggera Sibari-Crotone: solo cosi’, si potra’ chiudere il cerchio e offrire alle comunita’ residenti tutte le possibilita’ di sviluppo che meritano. Il compito di questa maggioranza – conclude – e’ di continuare nella progettazione e nella pretesa del cammino virtuoso di una Calabria che vuole raccogliere da protagonista le sfide del presente”.