‘Ndrangheta: Gratteri, Lamezia Terme scelga da che parte stare

gratteri-aula600x450Catanzaro  – “I cittadini, i commercianti e gli imprenditori di Lamezia Terme non hanno piu’ alibi. Penso debbano fare un esame di coscienza. Non so cos’altro dobbiamo fare di piu’ per meritare la credibilita’ anche di un solo commerciante”. E’ questo il messaggio lanciato dal procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, dopo avere delineando il quadro dell’operazione “Filo rosso” che ha portato all’arresto di nove esponenti della cosca Giampa’ di Lamezia Terme.
“Da quando sono procuratore a Catanzaro, in un anno – ha aggiunto Gratteri – abbiamo arrestato 136 persone, 103 organiche alla cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri e 33 affiliate ai Giampa’”.
Nel ricordare l’ampia partecipazione registrata pochi giorni fa, a Lamezia, per la presentazione del suo libro, Gratteri ha affermato: “In piazza c’erano 1.500 persone, se e’ questo l’impegno antimafia, bisogna essere consequenziali e coerenti e far seguire alle parole i fatti. I cittadini di Lamezia hanno l’occasione di scegliere da che parte stare. Con i fermi di oggi abbiamo reciso anche i germogli di queste famiglie di ‘ndrangheta”.

,