Riciclaggio: operazione Gdf Puglia, un arresto e cinque denunce

gdf-genova22Bari – Una persona e’ stata arrestata ed altre 5 denunciate dalla Guardia di Finanza, a conclusione dell’indagine “food & no food” coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, su un’organizzazione, legata alla criminalita’ calabrese, che si serviva di numerosi prestanome per creare piccoli supermercati sistematicamente “svuotati” durante il primo anno di attivita’. Agli arresti domiciliari e’ finito un uomo di Altamura (Ba) accusato di riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori. I cinque denunciati, tutti calabresi, avrebbero creato e promosso un’articolata e stabile attivita’, basata sulla costituzione di numerose aziende sul territorio nazionale, di fatto gestite dall’uomo che e’ stato arrestato. Le aziende rimanevano operative per un periodo molto breve, il necessario per ottenere la fiducia dei fornitori. Ben presto, pero’, dopo aver eseguito acquisti di merce per ingenti somme, ed aver ottenuto pagamenti dilazionati, gli indagati facevano perdere le proprie tracce, svuotando magazzini e conti correnti. Le indagini si sono estese anche ad altre regioni d’Italia, permettendo di constatare che il modus operandi del gruppo si riproponeva ripetutamente, a discapito dei fornitori, truffati per importi anche significativi e degli istituti di credito presso cui venivano accesi i conti correnti, alimentati quasi esclusivamente per contante e sistematicamente azzerati poco prima di cessare l’attivita’.