Siccita’: Oliverio, “in Calabria gravi difficolta’”

Catanzaro – “L’emergenza determinata dalla prolungata siccita’ ha provocato gravi difficolta’ in particolare al settore agricolo ed in alcuni casi anche all’uso civile. S’impone la dichiarazione di calamita’ che abbiamo gia’ chiesto formalmente assieme ad altre Regioni. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, intervenuto, questa mattina, ai lavori della Conferenza Stato-Regioni, convocata alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti per discutere del problema siccita’. Ritengo che siano necessarie e non piu’ procrastinabili, a livello nazionale, – ha detto Oliverio come riporta una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – una riflessione ed un’iniziativa per realizzare una strategia nazionale al fine di mettere il Paese nelle condizioni di fronteggiare un problema molto serio determinato dai cambiamenti climatici, attraverso adeguate misure rispondenti alle diversificate condizioni territoriali. Nel Sud e’ necessario muoversi, contemporaneamente, attraverso la realizzazione di un programma di invasi che permettano di accumulare riserve idriche ed un piano di rinnovamento ed efficientamento delle reti irrigue e ad uso civile ed industriale. Anche in Calabria si registra una notevole riduzione di risorse idriche. Abbiamo definito un piano dighe ed invasi che, in parte, sara’ finanziato da risorse che abbiamo gia’ programmato, ma che dovra’ trovare sostegno e copertura nel programma nazionale dighe che e’ necessario definire e sostenere con adeguate risorse finanziarie da prevedere in parte nella prossima legge di stabilita’ ed in parte da negoziare in sede Europea. Noi – ha spiegato – stiamo completando ed attivando alcuni invasi come il Menta ed il Metramo, da decenni rimasti incompleti ed inutilizzati, e stiamo lavorando per riprendere la realizzazione di importanti dighe iniziate ed interrotte come l’Esaro ed il Melito, mentre per altre, come il Lordo, e’ in corso un’ istruttoria per definire gli interventi necessari alla messa in sicurezza ed attivazione. Per altri invasi sono in corso le iniziative necessarie ai completamenti sul piano strutturale,tecnico ed amministrativo”. Concludendo, Oliverio ha proposto, per la Calabria, l’apertura di un tavolo interministeriale con la presenza dei ministeri Agricoltura, Ambiente, Mezzogiorno e Regioni per definire una strategia adeguata ed un programma da sostenere con i diversi strumenti finanziari disponibili”.