Lamezia: bimbo di 15 mesi perde la vita annegando in una piscina

Lamezia Terme – Un bimbo di 15 mesi questo pomeriggio ha perso la vita in una piscina gonfiabile, di appena un metro di altezza, sistemata all’interno di un giardino di una abitazione privata in località Cafarone. A trovare il bimbo sul fodno della piscina è stata la madre che ha allertato subito i medici del 118 che, giunti sul posto,  hanno provato a rianimarlo, non riuscendo purtroppo a farlo rinvenire, in quanto era già morto. Sulla scena della disgrazia anche l’elisoccorso di Cosenza ed i carabinieri di Lamezia. Probabilmente, in base ad  una prima ricostruzione della tragedia,  il bimbo è caduto nella piscina annegando.

 

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma della Stazione di Sant’Eufemia, il piccolo Antonio C. era in compagnia del papa’ e della mamma e stava trascorrendo il pomeriggio nel giardino di casa, in localita’ Cafarone. I genitori sono sotto shock e saranno sentiti dai carabinieri nelle prossime ore. Sono stati comunque loro a dare l’allarme ed a chiedere l’intervento di un’ambulanza del 118. Gli operatori giunti sul posto hanno subito praticato le manovre di rianimazione, ma inutilmente. La piscina gonfiabile e’ stata posta sotto sequestro. Nelle indagini saranno fondamentali le testimonianze dei genitori del piccolo.

,