Demanio: con Unione pro-loco per riqualificare immobili pubblici

Roma  – L’Agenzia del Demanio e l’Unione nazionale pro-loco d’Italia – Unipli annunciano la sottoscrizione di un accordo biennale finalizzato alla promozione delle iniziative di valorizzazione e rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico, a partire dal progetto Valore Paese-Cammini e Percorsi. Lo comunicano il direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, e il presidente dell’Unpli, Antonino La Spina, formalizzando una collaborazione improntata all’avvio di iniziative comuni per la realizzazione di incontri e attivita’ promozionali su iniziative di rigenerazione del patrimonio, da attivare avvalendosi dei Comitati regionali Unpli in sinergia con le Direzioni regionali dell’Agenzia del Demanio. In particolare – spiega una nota – l’accordo prevede che nelle prossime settimane l’Unpli metta a disposizione la rete delle Pro Loco per la realizzazione di punti di informazione sulle attivita’ e le iniziative legate a Cammini e Percorsi, il progetto a rete che punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi.

“Coinvolgere direttamente i territori nel percorso di riqualificazione di un edificio dello Stato vuol dire tener conto delle specifiche esigenze locali e ascoltare le voci di chi vive quel bene – ha dichiarato Reggi – questa attenzione e il contatto costante creato con i centri gestiti dalle Pro Loco ci permette infatti di avvicinarci meglio alle necessita’ e alle iniziative imprenditoriali locali che i nostri progetti di rigenerazione mirano a avviare”. “La grande sensibilita’ e la capillare diffusione sul territorio, dove siamo presenti con oltre 6.200 sedi da nord a sud, rendono le Pro Loco italiane partner naturale dell’importante iniziativa promossa dall’Agenzia del Demanio”, ha dichiarato La Spina. “Da sempre le Pro Loco si occupano di promozione turistica e valorizzazione del patrimonio culturale, materiale ed immateriale, azioni che si inseriscono perfettamente nel progetto Cammini e Percorsi”.